Share to Facebook Share to Linkedin Share to Google 

I KANSAS CITY ROYALS RIMONTANO I METS AL NONO INNING E VINCONO LE WORLD SERIES AL DODICESIMO

I Kansas City Royals sono i nuovi campioni del Mondo e lo diventano dopo aver completato l'ennesima grande rimonta di queste World Series. Sotto per 2-0 all'inizio del nono e ultimo inning, la squadra del Missouri ha infatti pareggiato l'incontro segnando 2 volte e ha realizzato poi il break decisivo nel corso della dodicesima ripresa.

Prima il pinch hitter Colon ha battuto il singolo del 3-2 contro il rilievo Reed, poi Orlando è arrivato salvo in prima su errore di Murphy. Con corridori in prima e seconda, Escobar ha batuto il doppio del 4-2. Reed ha quindi concesso la base intenzionale a Zobrist per obbligare tutti i cuscini ma il neo-entrato Bartolo Colon ha subito il doppio da 3 RBI per mano di Cain ha fissato il punteggio sul 7-2.

Non è bastata quindi ai Mets la grande prova di Matt Harvey sul monte di lancio per tenere la serie in vita. Il pitcher dei Mets è stato vicino alla perfezione fino alla nona ripresa quando, dopo aver superato i 100 lanci, è tornato sul monte per chiudere la sfida, visto il vantaggio di 2-0 della squadra, maturato grazie al solo-homer di Granderson al primo inning contro Volquez e alla volata di sacrificio di Duda al settimo, quando tutte le basi erano pieni e c'era un solo out a tabellone. Qui, la stella dei Mets ha concesso la base ball a Cain e successivamente il doppio del 2-1 a Hosmer prima di essere sostituito da Familia. Il closer di New York ha fatto battere una rimbalzante a Moustakas,  realizzando il primo out. Sulla nuova grounder, questa volta colpita da Perez, Wright ha realizzato l'out in prima ma nell'azione Hosmer, che in precedenza aveva raggiunto la terza, ha segnato a casa base, sfruttando l'errata assistenza di Duda verso il proprio ricevitore.

Per i Royals si tratta della seconda vittoria alle World Series dopo quella del 1985. Lo scorso anno erano stati battuti nella finalissima per mano dei San Francisco Giants alla settima partita.

da New York City (USA), Daniele Mattioli

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Informazioni aggiuntive