Share to Facebook Share to Linkedin Share to Google 

I ROYALS VEDONO PRIMA IL BARATRO, POI SUPERANO 5-4 I METS AL QUINTO EXTRA-INNING

I Kansas City Royals vanno a un passo dalla sconfitta in gara uno delle World Series ma, dopo aver impattato il risultato a 2 out dal KO grazie al fuoricampo di Gordon nel nono inning, superano i New York Mets per 5-4 al quattordicesimo inning.

Dopo l'inno nazionale cantato dal celebre Andy Grammer, autore tra le altre cose della hit muiscale ''Honey, I'm Good'' e il lancio della prima palla affidato al membro della Hall of Fame nonchè vice-presidente dei Royals George Brett, inizia la gara con Kansas  che passa subito in vantaggio al primo lancio.

Alcides Escobar legge infatti bene la palla di Harvey e la colpisce tra l'esterno centro e destro. Nonostante il tentativo di presa al volo da parte dei difensori, la palla cade a terra e si perde tra Cespedes e Conforto. Escobar corre così senza problemi e colpisce un fuoricampo interno, il primo dal lontano 1929 in una World Series.

Il pitcher dei Mets soffre l'attacco avversario e al secondo inning si trova con uomini in prima (Gordon, 4 ball) e seconda (Perez, singolo), con solo un out a tabellone. Rios però gira il primo lancio ed Escobar batte una rimbalzante.

Dopo aver rischiato in apertura, i Mets pareggiano il risultato al quarto inning. Murphy batte valido contro Volquez corre in terza sulla nuova valida di Duda. Con un eliminato, anche D'Arnaud colpisce una radente sul terza base Moustakas. Il difensore riesce a evitare che la palla raggiunga agli esterni, ma non riesce a compiere l'out e permette così a New York di realizzare l'1-1. Nella ripresa successiva, i Mets completano la rimonta e si portano in vantaggio con il solo homer a destra di Granderson.

La partita si accende. Gli ospiti segnano infatti il 3-1 grazie alle valide di Cespedes, Duda e alla successiva volata di sacrficio per mano di Conforto. Al cambio campo, però, dopo un paio di attacchi sottotono, i Royals si riprendono e pareggiano. Zobrist esordisce con un doppio a destra e raggiunge la terza sulla valida di Cain. La successiva volata di sacrficiio di Hosmer vale il 3-2. Harvey fa battere in diamante Morales ma concede un nuovo singolo a Moustakas che spinge così a casa Cain, che pochi istanti prima aveva rubato la seconda base.

I Mets non accusano il colpo e anzi cercano di rispondere subito al pareggio avversario. Contro Duffy, che ha preso il posto di Volquez sul monte di lancio, Wright e Murphy battono valido con 2 eliminati al tabellone. Cespedes non riesce però a concretizzare e l'attacco di New York si chiude così a zero.

Il momento del vantaggio è soltanto rimandato per la squadra della Grande Mela. Con già 2 out, Lagares batte valido contro Herrera e ruba poi la seconda base. Sulla rimbalzante di Flores, Hosmer commette un errore difensivo e permette ai Mets di ritornare in vantaggio.

I Royals non ci stanno e creano i presupposti per il pareggio. Zobrist batte il suo secondo doppio di serata in apertura del proprio ottavo attacco e costringe lo staff dei Mets al cambio sul monte, con Clippard che rileva Reed. L'ex giocatore dei Nationals ha un buon impatto nel match ed elimina al piatto sia Cain che Hosmer. Non riesce però a ripetersi su Morales che guadagna la base per ball. Nel turno al piatto, Clippard effettua un lancio pazzo e permette a Zobrist di portarsi in terza. Entra così in campo il closer Familia che non trema e ottiene la terza eliminazione facendo battere in diamante Moustakas.

L'ultimo disperato assalto dei Royals inizia con l'eliminazione in diamante di Perez. Quando sembra finita per la squadra di casa, Gordon tira fuori il coniglio dal cilindro, colpisce il fuoricampo del pareggio, facendo esplodere di gioia l'intero Kauffman Stadium, e manda così agli extra-inning il match.

All'undicesimo inning, i Mets raggiungono la prima base grazie al bunt valido di Lagares su Madson, nuovo pitcher di Kansas City. Il bunt di Flores spinge il compagno in seconda ma Cuddeyer viene poi messo strike out. La base ball di Granderson permette a New York di riempire anche il cuscino di prima base. Madson inizia quindi un lungo duello al piatto con Wright e lo vince, eliminando l'avversario al piatto per l'out che chiude l'attacco avversario.

Anche i Royals hanno una ghiotta occasione per vincere la partita nel corso della successiva ripresa. Contro Colon, Orlando batte una valida interna e avanza in posizione punto sul bunt di Escobar. Zobrist è il primo eliminato e di conseguenza il pitcher dei Mets concede 4 ball intenzionali a Zobrist per obbligare tutti i cuscini. La rimbalzante di Cain permette ad ambedue i giocatori di avanzare di una base ma, dopo la nuova base intenzionale a Hosmer, Dyson viene eliminato al volo ed è il tezo out.

La partita si decide al quattordicesimo inning. Con ancora Colon a lanciare, Escobar sfrutta una mezza incertezza di Wright in difesa e arriva salvo in prima. Il singolo a destra di Zobrist spinge il compagno in terza. Con corridori agli angoli e zero eliminati, viene concessa la base ball intenzionale a Cain per obbligare tutti i cuscini. Hosmer batte quindi a casa la volata di sacrificio che regala il successo per 5-4 ai Royals.

dal Kauffman Stadium di Kansas City (Missouri, USA), Daniele Mattioli


Nella foto, un momento di gara 1 (Mattioli - Grandeslam.net). Più tardi sul sito tutte le foto, le interviste e non solo di gara 1 delle World Series 2015 tra Royals e Mets. Posted from my iPhone using Joomla Admin Mobile!

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Informazioni aggiuntive