Share to Facebook Share to Linkedin Share to Google 

I TOP E I FLOP DI GARA DUE DELLE WORLD SERIES 2012

Gara due delle World Series manda in orbita San Francisco. 2-0 Giants è il risultato della partita, ma anche lo stato attuale della serie. La doppia trasferta californiana deprime fortemente i Tigers: sapranno svegliarsi in occasione delle prossime tre gare previste a Detroit?

In attesa di avere una risposta a questo quesito con la disputa di gara tre nella nottata italiana tra sabato e domenica, osserviamo di consueto i top e i flop di gara due di queste World Series.


I TOP DELLA SERATA

Buster Posey
Siamo al secondo inning, quando il giovane catcher di San Francisco effettua un out millimetrico a casa base.
Buster, si posiziona bene, in attesa del locomotore Fielder che sta arrivando con la sua pesante tempistica.
Il Principe è stato lanciato troppo fiduciosamente dal suggeritore di terza, verso il possibile primo punto della serata.... ma bisogna fare i conti con la reattività di Posey. Infatti il catcher Giants riesce a toccare in tempo il voluminoso posteriore di Fielder che protesta inutilmente. Out sacrosanto e complimenti al buon occhio arbitrale.

L'ossatura cranica di Doug Fister
Un line-drive di Blanco centra in pieno la testa del lanciatore di Detroit.
Fister, non fa una piega, non accenna neanche una smorfia di dolore e prosegue come se la sassata avesse colpito un altro. Non si toglie neppure il cappellino, non si tocca la testa, non controlla nemmeno l'entità dell'inevitabile bernoccolo creatosi. Anche il medico del team, entrato in campo a visitare il proprio pitcher, prende per buono il fatto che il cranio di Fister, sotto quel capellino, sia ancora fiduciosamente intatto. Non si vede sgorgare nessuna materia grigia da sotto l'orlo del copricapo di Fister, quindi si può proseguire senza problemi.

Bumgarner e Fister
Strepitosi entrambi. Doug Fister resiste fino al settimo inning, con 114 lanci, un solo punto a suo carico. Di solito, una partita così... la si vince. Ma invece...
Madison Bumgarner scende all'ottava ripresa, con solo 2 valide subite e 8 strikeout realizzati.
Bum-Bum-Bumgarner e i Giants volano.

 
Il Bunt di Blanco
Al settimo inning veniva chiesto a Blanco un bunt di sacrificio per far avanzare in terza il compagno Pence. Esecuzione perfetta, non poteva fare meglio neanche con carta e matita. Smorza una palla mandandola nel lungo linea di terza, mentre tre giocatori di Detroit l'accompagnano sperando nel foul. La palla del Blanco rallenta e rimane per pochi centimetri in campo.... mentre viene marcata a vista dalla difesa Tigers: giocata vincente della serata perché permette al turno successivo l'ingresso dell'1-0 Giants.

Orange-October
Lo stadio colorato d'arancione. Il pubblico arancione. I fazzoletti roteanti arancioni. San Francisco arancione. Le rimonte degli arancioni. L'entusiasmo d'ottobre tinto d'arancione. Panda e soci arancioni. Il ricordo del 2010 arancione. La baia arancione. Il monte arancione....
Devo continuare?


I FLOP DELLA SERATA

Attacco Tigers
Alzi la mano chi aveva previsto questa miseria offensiva di Detroit in questi primi due incontri. La potenza delle mazze "Tigrate" viene messa a riposo per la seconda serata di fila: dopo la Zito performance di ieri sera, in gara-due ci pensa Bumgarner a tenere sedate le mazze di Cabrera e soci.
Brutta serata per Miguel the "Triple-Crown", Fielder, Peralta e Jackson. Brutta serata per Detroit.

di Roberto Mantovani

Nella foto, l’out a casa di Prince Fielder sulla giocata di Buster Posey (Doug Pensinger/Getty Images da Espn.com).


Diventa Fan del sito Grandeslam.net su Facebook e Twitter!!

css css

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Informazioni aggiuntive