Share to Facebook Share to Linkedin Share to Google 

NEL DOPO PARTITA DI GARA DUE DELLE WORLD SERIES IL SITO GRANDESLAM.NET INTERVISTA C.J. WILSON, NEFTALI FELIZ E CRAIG GENTRY

Pareva essere un viaggio di ritorno verso casa triste e silenzioso quello dei Rangers ed invece è bastato un attimo, anzi un semplice attacco, a far ritornare tutti con il sorriso sulle labbre. L'attimo è la rubata decisiva di Ian Kinsler al nono inning che ha alimentato le speranze di rimonta per i suoi compagni che poi sono state tramutate in realtà dalle volate di sacrificio di Josh Hamilton e Micheal Young che hanno permesso ai Rangers di impattare la serie contro St.Louis.

Con il sorriso sulle labbra, ecco i giocatori dei Texas Rangers che il sito Grandeslam.net è riuscito a fermare e ad intervistare al termine di questa pazza gara due delle World Series 2011.

C.J. WILSON (lanciatore partente Texas Rangers): "Un commento su questa nostra vittoria? E' stata una partita sofferta fino all'ultimo out e ancora più bello è stata vincerla. E' stato un pò come segnare in pieno recupero nel calcio e portare a casa la vittoria. Ritorniamo ad Arlington con l'obiettivo di dare tutto quello che abbiamo e ci sarà anche il nostro pubblico ad aiutarci a fare molto bene.
Come reagiranno le due squadre dopo questa partita? Sicuramente i Cardinals avranno maggior timore ad affrontarci perchè hanno visto che siamo una squadra molto forte e che, con questa vittoria, ha scacciato finalmente tutte le paure che aveva e avevamo dopo l'esito delle passate World Series che abbiamo chiuso perdendo male contro i San Francisco Giants. L'anno in più di esperienza per tutti i giocatori è stato a mio avviso determinante e utile ad affrontare situazioni come quelle di questa sera, dove siamo stati concentrati e in partita mentalmente fino alla fine.
Che cosa posso dire per salutare tutti i lettori italiani di Grandeslam.net? Beh, prima di tutto buongiorno (passa qualche secondo) anzi buonasera giusto? (ride-ridiamo tutti e due). Mah, posso iniziare dicendo subito che l'Italia è la mia seconda casa e dopo esserci tornato qualche anno fa, spero di ritornarci al più presto. Difficilmente si trovano paesi con così tante cose positive e spettacolari come ad esempio le tante città culutrali da visitare, gli ottimi piatti da mangiare e soprattutto i tanti posti dove ci si può rilassare a contatto con la natura. E' proprio bella l'Italia (sorride)". 

NEFTALI FELIZ (lanciatore closer Texas Rangers): "Cosa ho provato quando mi hanno detto che sarei entrato in campo a chiudere la partita? Di stare tranquillo e di fare il mio lavoro come so fare, con la consapevolezza che gli avversari di St.Louis sono molto ostici da affrontare nel box di battuta. Alla fine tutto è andato per il meglio e ora abbiamo tre partite da giocare davanti al nostro pubblico che potrebbe fare la differenza incitandoci sempre."

CRAIG GENTRY (esterno Texas Rangers): "Che partita è stata quella di questa sera? Una gara giocata bene da ambo le squadre, ma alla fine noi siamo stati in grado di non demoralizzarci e di farci trovare pronti e decisi a ribaltarla. Se la nostra vittoria in rimonta sarà determinante nelle prossime partite? Credo che abbiamo dato il segnale che mai molliamo e cerchiamo di fare sempre bene. Se continuiamo a fare così, penso che siamo già sulla buona strada per fare cose importanti".

da St.Louis (Missouri, USA), il nostro inviato Daniele Mattioli

ARTICOLI ALLEGATI:

- IL RESOCONTO DI GARA DUE DELLE WORLD SERIES 2011

- I TOP E I FLOP DELLA SERATA DI GARA DUE DELLE WORLD SERIES 2011 TRA ST.LOUIS E TEXAS

- L’AZIONE CHIAVE DELLA PARTITA: LA RUBATA AL NONO INNING DI IAN KINSLER

Nella foto, C.J. Wilson risponde alla domande nella Clubhouse dei Texas Rangers. Ora la serie è in perfetta partià (Daniele Mattioli per Grandeslam.net).


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Informazioni aggiuntive