Share to Facebook Share to Linkedin Share to Google 

I TEXAS RANGERS RIMONTANO IN MANIERA INCREDIBILE AL NONO INNING ED ESPUGNANO ST.LOUIS 2 A 1

Si dice che l'andamento di una serata possa cambiare in un semplice istante, quello delle World Series 2011 potrebbe essere cambiato in pochi secondi, per "colpa" di una base rubata, quella da Ian Kinsler nel nono inning di gara due.
La partita infatti vede St.Louis condurre 1 a o nel punteggio grazie alla valida di Allen Craig, che dopo essere stato decisivo in gara uno con la valida al sesto inning, si è ripetuto nel corso della settima ripresa. Per il battitore di St.Louis la scena è stata identica a quella della sera prima: entrata in campo come pinch hitter al posto del lanciatore e poi sfida contro il neo entrato pitcher di Texas, Alexi Ogando. Il risultato finale è sempre uguale: valida con annesso punto battuto a casa e vantaggio St.Louis.

In gara due, sull'1 a 0 per i Cardinals a sei out dalla vittoria, pochi avrebbero scomesso su una rimonta dei Rangers, soprattutto dopo la deludente prova dell'attacco che è rimasto letteralmente imbirgliato dai lanci precisi e controllati di un ottimo Jaime Garcia sul monte di lancio per St.Louis. E invece ecco accadere l'incredibile.
La ripresa di gioco è la nona e Ian Kinsler esordisce con la valida, texas fortunosa a sinistra, accogliendo nel migliore dei modi il neoentrato closer Jason Motte. E' il turno nel box di battuta di Elvis Andrus che mostra il bunt per far spostare il corridore di una base e mandarlo in scoring position. Alla fine Kinsler parte per la rubata, dopo che il compagno aveva sbagliato le prime due smorzate, ed è salvo nonostante i "buuuu" del pubblico nei confronti degli arbirtri.
Con un ball e due strike sul proprio conto, Andrus torna a battere senza ordine di bunt e batte valido a destra, raggiungendo la seconda sul tiro a casa di Jay nonostante Kinsler si sia fermato in terza. Con gli uomini in posizione punto e nessun eliminato, va a battere Josh Hamilton. Esce il Manager La Russa e dopo un lungo colloquio con il proprio lanciatore decide di cambiarlo. Fuori Motte e dentro Arthur Rhodes, ex della sfida.
La stella di Texas batte una volata a destra. E' quella che basta per il punto del pareggio segnato da Ian Kinsler che rimette i Rangers in careggiata, con Andrus che nell'azione arriva salvo in terza. Spetta a Micheal Young portare a casa il compagno, battendo una volata di sacrificio a destra sul nuovo lanciatore Lance Lynn. Texas conduce quindi 2 a 1 e, guidata dai lanci di un ottimo Neftali Feliz come closer, porta a casa la sfida e impatta cosi la serie.

E mentre il pubblico di St.Louis e giocatori stessi sono passati dalla gioia per un ipotetico due a zero nella serie alla delusione per la sconfitta maturata, i Texas Rangers e i tifosi qui giunti vanno a dormire con il sorriso sulle labbra. Perchè una serata può cambiare di male in bene in un semplice istante.

da St.Louis (Missouri, USA), l'inviato Daniele Mattioli

ARTICOLI ALLEGATI:

- NEL DOPO PARTITA DI GARA DUE DELLE WORLD SERIES IL SITO GRANDESLAM.NET INTERVISTA C.J. WILSON, NEFTALI FELIZ E CRAIG GENTRY

- I TOP E I FLOP DELLA SERATA DI GARA DUE DELLE WORLD SERIES 2011 TRA ST.LOUIS E TEXAS

- L’AZIONE CHIAVE DELLA PARTITA: LA RUBATA AL NONO INNING DI IAN KINSLER

- LA TERZA PUNTATA DELLA RUBRICA RADIO "BUONANOTTE USA, BUONGIORNO ITALIA"


Nella foto, Micheal Young colpisce la volata di sacrificio per il punto del 2 a 1 che permette a Texas di impattare la serie (Dilip Vishwanat/Getty Images per Espn.com).

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Informazioni aggiuntive