Share to Facebook Share to Linkedin Share to Google 

PHILADELPHIA E IL SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE

Come giudicare la prima parte di stagione dei Philadelphia Phillies?
Andy MacPhail, il presidente della franchigia, dice di essere sorpreso dal team: “Mi aspettavo significativi progressi, ma penso che quanto mostrato finora vada oltre le più benevole aspettative”.

Con un anno d’anticipo sulla tabella di marcia, Philadelphia – che attualmente veleggia al primo posto della NL East con un record di 53 vittorie e 42 sconfitte – affronta la pausa dedicata all’All-Star Game nella impensabile-fino-a-4-mesi-fa posizione del possibile contender.

I giocatori se ne rendono conto, i funzionari del club pure: “Siamo in una situazione diversa da quella prevista e dobbiamo agire di conseguenza”, ammette MacPhail. “Klentak (GM dei Phillies, NdR) lo sa e si sta muovendo nella direzione di aumentare il valore di questo gruppo”.

La bussola in questi giorni porta a sud-ovest, per la precisione a Baltimora: il closer Zach Britton e la superstar Manny Machado corrispondono perfettamente alle attuali esigenze di Philadelphia, che dopo le defaillance di Neris non ha ancora trovato il closer, e che vorrebbe un maggior apporto in attacco dal lato sinistro del diamante (anche se, di recente, Maikel Franco è tornato ad essere decisivo). Oltre all’ovvio denaro, agli occhi degli Orioles l’offerta dei Phillies è molto competitiva per via della “meglio gioventù” allevata dal farm system e ora messa sul piatto della bilancia.

Così, in questa complessa ricerca di equilibrio tra presente e futuro, Philadelphia si trova a dover, voler giocare le proprie carte sì per vincere adesso, ma anche per rimanere vincente anche nei prossimi anni. Questo è quanto predica MacPhail: “Cerchiamo di migliorare e potremmo quindi rinunciare a una quota di talento del roster, in attesa che quanto stiamo crescendo oggi possa assorbire la perdita poi. È chiaro che la proprietà vuole avere potenziale da postseason non solo per quest’anno.”

Prima del previsto, sembra proprio che le premesse per tornare a vedere Citizens Bank Park gremito ci siano tutte.

di Andrea Comotti


Nella foto, la gioia dei Phillies dopo una vittoria all'ultimo lancio (da FastPhillySports.com).


Informazioni aggiuntive