Staff


DANIELE MATTIOLI (alias di Gideon 12), è il creatore e direttore del sito. Nato il 12 agosto 1991, frequenta il primo anno della Laurea Magistrale MAMS di Rimini (ma sempre Università di Bologna), dopo essersi laureato in Scienze Politiche (Sociologia). Ha scoperto il baseball grazie ai suoi genitori che nel 2001 gli regalarono per il compleanno mazza e guantone, insieme al gioco Triple Play 2001.

Sempre in quell’anno ha iniziato a seguire la Fortitudo, frequentando sporadicamente il Gianni Falchi (lo stadio della Fortitudo Baseball). Dal 2003 ad oggi, non si è mai perso una gara casalinga (malattie e viaggi programmati a parte) seguendo la squadra anche in ogni trasferta “accessibile a livello economico” quali a Reggio Emilia, Modena, Parma, Rimini, Godo, San Marino. Dal 2006 segue la squadra anche a Grosseto e dal 2008 pure a Nettuno. Un’altra sua passione sono i telefilm (ama i thriller alla Csi o Ncis e quelli di avventura alla Lost) e gli piace uscire con amici e amiche. Infine gioca a pallamano nella Pallamano Castenaso. Come squadra di MLB, tifa Seattle Mariners.

Dal settembre 2010 è Direttore Responsabile delle sezioni di pallamano e baseball per il sito Arena Sportiva, per il quale è stato inviato alle World Series 2010 in America, commentando la vittoria dei San Francisco Giants sui Texas Rangers.
Ha commmentato in diretta telesiva streaming su Stadeo.tv la Finale di Coppa Campioni 2010 tra la Fortitudo Baseball e l’Heidehneim Baseball, vinta dalla squadra bolognese. Da maggio 2011 è la voce della Web-Radio "Radio Arena Sportiva".

Dopo l'esperienza del 2010, è stato inviato alle World Series anche nel 2011 raccontando in diretta la Finale tra Texas Rangers e St.Louis Cardinals sempre su Arenasportiva.it e qui su Grandeslam.net. Questa incredibile è stata raccontata da Daniele nel libro "Baseball e USA: Binomio Perfetto" edito da Sassoscritto Editore a marzo 2013 e vincitore del Premio della Giuria al Festival Internazionale di Montefiore.

Sempre nel 2013 è entrato a far parte dell'Ufficio Stampa della Fortitudo Baseball Bologna mentre a ottobre è tornato a seguire dal vivo negli USA le World Series della Major League, vinte dai Boston Red Sox contro i St.Louis Cardinals. Al momento collabora anche con l'Ufficio Stampa della FIBS (Federazione Italiana Baseball e Softball).

Per contattarlo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .


MICHELE ACACIA, segue il baseball da relativamente poco, ovvero da quando ha cominciato a giocare nel 2008, e per questo ha sempre precisato di esssere un grandissimo appassionato e di certo non un esperto.
É stata proprio questa passione a spingerlo un giorno a fare il salto e a passare al baseball raccontato.
Ha cominciato scrivendo della mia squadra di allora, impegnata nei campi della Serie C Federale: un pò per diletto e un pò per costringerlo in un certo senso ad informarsi sempre di più.
Da lì il grande salto a Grandeslam, dopo aver conosciuto il suo Direttore Mattioli, da cui è nata una sana e sincera collaborazione. Arrivato a quel punto ha deciso di "conquistare" Youtube, aprendo un canale nel noto social network e cominciando a fare video esclusivamente dedicati al baseball.
Da qui in avanti si sono susseguite tutta una serie di ottime opportunità, come quella di commentare per Radio Arena Sportiva le partite più importanti del baseball italiano, sempre al fianco di Daniele.
L'ultima "fatica", se così si può definire, è rappresentata da Oakland Athletics Italia la pagina dedicata appunto agli Oakland Athletics (MLB) da cui è scaturito anche il Blog Green Collar Italia. Entrambi si premurano di raccontare, interamente in italiano, le gesta degli A's in modo quanto più professionale possibile, per tutti quei tifosi della Major League Baseball che non hanno possibilità o voglia di approfondire l'argomento nei siti americani.


RUBEN HERNANDEZ, vive in Venezuela ed è un grandissimo appassionato di baseball. In MLB tifa New York Yankees e Tampa Bay Rays, e segue anche l’IBL dove tifa Fortitudo Bologna e BBC Grosseto. Il suo giocatore preferito è il formidabile lanciatore John Santana.


MARA MENNELLA, nata il 6 settembre 1991, è laureata in Lingue e letterature straniere ed è ora studentessa di Lingua e cultura italiane per stranieri. Nel 2008 conosce il baseball grazie al fratello Mattia. Decide di sfruttare al meglio il tempo passato sulle tribune dei campi delle giovanili imparando a classificare le partite. Nelle stagioni 2010 e 2011 collabora con il quotidiano “La Voce di Romagna”, scrivendo articoli sull’ ASD Baseball Godo. Dal 2012 aiuta i Godo Knights da dietro le quinte, occupandosi di Comunicazione e Marketing e di “Public Address Announcer”, speaker, allo stadio “Antonio Casadio” di Godo.


ALESSANDRA CIRELLI, classe 1958 inizia a giocare a softball nel 1972 con la S.S.Lazio Softball nel ruolo di... pinch hitter! La facevano entrare e batteva valido e... non sapeva fare niente altro! Da allora ha avuto la fortuna di lavorare con i migliori allenatori in Italia e all'estero. Ha vinto Sei scudetti ed una Coppa dei Campioni con la
Lazio Softball. Con la Nazionale Italiana ho 105 presenze e la partecipazione a quattro Mondiali e nove Europei (vinti Quattro). Per diversi anni ha ricoperto il faticoso ruolo di giocatore-allenatore e da due anni si limita (sic) ad allenare l'Urbe Roma nel campionato di A2. Nel 2013 arriva la prima annata nell'Italian Softball League, sempre a capo dell'Urbe dopo la splendida promozione ottenuta l'anno prima.


MARCO MIGNOLA, classe 1985 e laureato magistrale in Cooperazione Internazionale allo Sviluppo, Mignola ha 3 grandi passioni: baseball, la politica e la cultura mediterranea. Ha iniziato a giocare sin da piccolo per Marina di Ravenna e Godo, ed è propro nella prima località che incomincia la sua crescita professionale come addetto stampa e non solo semplice giocatore. Nel 2008, lascia il campo per la cabina di regia e viene chiamato dal Godo nel ruolo di Team Manager e Responsabile Comunicazione e Marketing. Dopo 5 anni rassegna le dimissioni per motivi lavorativi e decide di entrare a far parte dello staff di Grandeslam.net.


DANIELE SANTOLUPO, nativo di Aprilia (LT) classe 1986, all'età di 7 anni comincia a giocare a baseball presso la società di aprilia. Nel 1995 passa ad Anzio, dove disputa tutta la trafila giovanile fino all'esordio in prima squadra nel 2003, con esordio in A1 all'età di 16 anni. Nello stesso anno, vince il premio di “Rookie of The Year”. Gioca ad Anzio fino al 2009 e nell'anno seguente milita in IBL con i Catania Warriors. Nelle due annate successive resta in IBL con il Rimini Baseball, prima di passare nel Rovigo nel 2013 dove disputa l'Italian Baseball League Second Division. Nella stagione attuale giocherà a Grosseto, in Serie A Federale.
A livello di nazionale, ha partecipato a diverse manifestazioni internazionali, vincendo tra le altre cose 2 Europei con la categoria ragazzi. Nel 2004 ha disputato il Mondiale Under 18 a Taiwan, conquistando il quinto posto finale nonché il premio di miglior esterno centro dell'All Star Team. Nel 2009 diventa anche tutor tecnico dell'Accademia del baseball e softball di Tirrenia, lavorando anche come preparatore atletico delle nazionali giovanili, vincendo l'Europeo a Praga nell'estate 2013. Sul nostro sito avrà il compito di parlare proprio di baseball giovanile.


STEFANO CHINAPPI,  nato il 2 agosto 1989 a Gaeta (LT), segue il baseball dall'età di 20 anni. Grande Slam gli ha offerto la possibilità di mettere nero su bianco la passione sfrenata per i "suoi" Detroit Tigers. Seguitelo nella rubrica "Eat'em up Tigers" e diventerete forse anche voi delle tigri da diamante.


MATTEO PETRUCCI, nasce a Rimini il 10 luglio 1986. Giornalista Pubblicista dal settembre del 2007, si laurea in Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Urbino "Carlo Bo", con una tesi di laurea intitolata "Digital divide: per un approccio critico". Entra per la prima volta in contatto col mondo del baseball a 13 anni, grazie alle prime lezioni di "batti e corri" organizzate nel campo sportivo della parrocchia di San Lorenzo in Correggiano, ridente paese di collina situato nelle campagne riminese nel quale abita tuttora. Da quel momento la passione per questo sport non l'ha più abbandonata tanto da portarlo a conseguire il titolo da tecnico e poi quello da arbitro. Dal giugno 2003 collabora con il settimanale riminese "il Ponte", mentre dal maggio 2011 con il quotidiano "il Corriere di Romagna". Segue con grandissimo interesse anche il calcio (essendo tifosissimo della Juventus) e la pallacanestro. In MLB tifa per i New York Yankees.


MASAHIRO URAGUCHI, nato in Giappone nel 1973 e giocatore di baseball dall'età di 4 anni, Masa ha giocato in più di una singola occasione con la nazionale giapponese contro Cuba e USA (nel 1994 e 1995), prima di diventare membro degli Osaka Gas Baseball Team dal 1996 al 2002 nell'Industrial League. Nell'anno seguente viene chiamato in Europa per un provino di dieci giorni con la T&A San Marino, prima di diventare un giocatore della Palfinger Reggio Emilia nelle stagioni 2004 e 2005, dimostrando sempre il suo valore. Avrà il compito di far conoscere ai lettori del nostro sito il mondo del baseball giapponese e di approfondire ulteriormente l'esperienza di Alessandro Maestri in Giappone e nella Nippon Baseball League.


ANDREA COMOTTI, nasce a Bergamo negli anni '70. Gli piace correre, ma ha un flirt con tutto lo sport in genere, televisivamente parlando. Scopre il baseball nel secondo millennio, grazie a Don DeLillo e al suo romanzo Underworld.Condivide col direttore Mattioli la passione per i Philadelphia Phillies, soprattutto da quando, nel 2009, Cliff Lee decide di lanciare (quasi) sempre e solo strike nella citta' dell'amore fraterno. Trasportato dalla ragione insita nel suo cognome, attualmente vive a Como.


ROBERTO MANTOVANI, bolognese, appassionato di Baseball MLB e tifoso incallito dei Red Sox. Deve la sua passione per le calzette rosse alla famosa maledizione di Babe Ruth, quella che teneva imprigionata la squadra di Boston alla fama di “sfigata e perdente” per ben 86 anni.
Da vent’anni viaggia abitualmente negli Stati Uniti dove non perde occasione di assistere a delle partite di Baseball per assaporare l’atmosfera e la professionalità del favoloso mondo della Major League. E' stato inviato per il sito Grandeslam.net alle World Series 2011 tra i St.Louis Cardinals e i Texas Rangers.

MASSIMILIANO BARZOTTI, toscano, classe 1966, segue il baseball dall'ormai remoto 1983, quando ebbe modo per la prima volta di assistere dal vivo a una partita. Quella sera il baseball balzò all’istante in vetta alla lista dei suoi sports preferiti, dove continuerà a rimanervi a vita, assieme a basket e football americano. In Italia tifa per il Jolly Roger Castiglione ma anche, perché no, per i 'cugini' grossetani, e spera di poter rivedere un giorno il derby maremmano nella massima serie, per la quale ritiene necessario un rapido ritorno alle 12 squadre e alle serie da 3 incontri. In MLB è un fan dei Detroit Tigers, dei quali segue assiduamente anche il farm system, ma a cui non potrà mai e poi mai perdonare abbandono e demolizione dello storico Tiger Stadium. In aggiunta, non gli dispiacerebbe un giorno vedere i Cubs sfatare finalmente la "maledizione della capra Billy", tornare alle World Series e magari anche vincerle. Purché non a danno dei 'suoi' Tigers, ovviamente…

ANGELO CAPPA,
nasce ad Enna il 16 Luglio 1988, si è laureato presso l’Università Kore di Enna, appassionato fin da bambino di storia e di sport, in particolare tennis, basketball e soprattutto baseball, a cui si avvicina solo all’età di 19 anni, ma non poteva restare a lungo lontano da questo sport, pieno di storia come pochi, dunque perfetto connubio tra le sue due più grandi passioni.
E’ un grande tifoso dei San Francisco Giants, collabora già con il sito sfgiantsitalia.wordpress.com. Il suo giocatore preferito è Tim “The Freak” Lincecum, di cui se ne è innamorato al primo lancio.
Porta ancora con sè, nel cuore, la vittoria delle World Series del 2010, emozione ripetuta nel 2012 per il nuovo titolo conquistato dalla squadra di San Francisco.

LORENZO BELLOCCHIO, appassionato di baseball, scrive articoli sul baseball italiano e americano, allegando il tutto con le sue splendide foto. E' stato inviato per il nostro sito alla Final Four di Coppa Campioni del 2009, 2010 nonchè alle stesse Finali Scudetto dell'Italian Baseball League di quelle due stagioni. Ha seguito dal vivo negli USA, come inviato del sito Grandeslam.net, le World Series 2013 della Major League vinte dai Boston Red Sox sui St.Louis Cardinals.

SIMONE AMADUZZI, fotografo, Ha maturato la passione per lo scatto fotografico nel tempo, grazie all'eredità artistica lasciatagli da suo padre, Daniele Amaduzzi, fotoreporter di Formula 1, al quale oggi dedica ogni tentativo di fare della fotografia la sua professione. Il lavoro del padre l'ha portato in giro per il mondo fin da piccolo, dandogli la possibilità di assaporare paesaggi e colori che ha cercato, con il tempo, di racchiudere in un 'click'.
Il feeling con la macchina fotografica si è fatto più intenso con l'esperienza lavorativa per la Disney, a Walt Disney World di Orlando, un'immersione totale in un mondo magico fatto di sorrisi e sensazioni positive che si traduce nel suo lavoro in una continua ricerca del dettaglio, del particolare più emozionante, per me e per chi guarda le mie fotografie.
Oggi continua a viaggiare per il mondo con la tenacia di un uomo e la curiosità di un bambino, alla ricerca dello scatto più entusiasmante, sperando di poter trasmettere la purezza della fotografia e la gioia di vivere che ognuno di noi può trovare in un semplice scatto. Il suo sito internet è www.simoneamaduzzi.com.






Commenti   

0 #2 Daniele 2013-11-10 21:10
Citazione Livio:
suggeririe di cambiare il sottotitolo del sito.
Le ultime notizie sul softball risalgono a mesi fa. Faccio notare che il softball ha dei campionati giovanili molto stimolanti senz'altro più degli equivalenti del baseball ( ad oggi). Ma si sa quando si vive di strabismo verso il baseball e poco interesse verso quanto di positivo il movimento propone....


Ciao Livio,

grazie del messaggio, ma come ben c'è scritto noi scriviamo solo dell'Italian Softball League in quanto per motivi di copertura (non siamo in tantissimi a scrivere) non siamo in grado di scrivere anche del softball giovanile, che sappiamo essere comunque in grande crescita. Il nostro non si chiama strabismo e anzi, ti consigliamo di seguire domani sera lo speciale su Radio Arena Sportiva dedicato ad Alice Ronchetti che è una delle giocatrici più rappresentative del nostro campionato.

Cordiali saluti,

Daniele Mattioli
Citazione
0 #1 Livio 2013-11-10 20:43
suggeririe di cambiare il sottotitolo del sito.
Le ultime notizie sul softball risalgono a mesi fa. Faccio notare che il softball ha dei campionati giovanili molto stimolanti senz'altro più degli equivalenti del baseball ( ad oggi). Ma si sa quando si vive di strabismo verso il baseball e poco interesse verso quanto di positivo il movimento propone....
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Informazioni aggiuntive