Share to Facebook Share to Linkedin Share to Google 

LE PAROLE DI CLAUDIO LIVERZIANI AL SITO GRANDESLAM DOPO IL FUORICAMPO COLPITO IN GARA UNO TRA BOLOGNA E PARMA

Nelle casse stereo dello stadio Gianni Falchi di Bologna è appena partita la colonna sonora del film "Il Migliore", mentre il numero 24 della Fortitudo Bologna ha appena raggiunto la prima base dopo aver lasciato cadere a terra la mazza. Mai miglior musica fu così azzeccata in questa circostanza. Con un potente swing nel corso della sesta ripresa, Claudio Liverziani ha spedito oltre le recinizioni, a destra, il lancio di Salazar, colpendo il fuoricampo da tre punti che ha messo il sigillo alla splendida vittoria della sua Fortitudo Bologna ai danni del Cariparma. Un gesto balistico di grandissima importanza e di grandissimo fascino, messo a segno da uno dei giocatori più grandi di sempre di questo sport.

Da quanto tempo aspettavo un fuoricampo qui al Falchi? Da un po' di tempo, anche se non aspettavo tanto la battuta lunga ma di poter guidare la palla con un pò di potenza” dice Claudio Liverziani al sito Grandeslam nel post partita “sono comunque molto contento per come sta andando la squadra e per come stiamo affrontando le partite”. La stella dell'Unipol Bologna continua poi dicendo “dobbiamo pensare giorno per giorno in quanto dobbiamo restare concentrati sul presente anche perchè siamo “giovani” e stiamo giocando bene. Ma dobbiamo stare con i piedi per terra e continuare a divertirci”.

Dopo un ottimo avvio iniziale, ecco arrivare un piccolo calo ma ora le difficoltà sembrano essere superate “è un po' come andare sulle montagne russe con sali e scendi, cosa che io trovo normale. Sono tranquillo, sento la fiducia del Manager e della società. Devo trovare maggior continuità ma sono fiducioso a riguardo”. Infine l'ultima battuta su Alex Liddi “cosa ne penso del suo spostamento all'esterno sinistro? Alex lo sto seguendo molto come tutti noi. Sta facendo cose eccezionali e più ruoli riesce a ricoprire, meglio è per lui. Il fatto che venga inserito nel lineup anche in ruoli non suoi difensivamente parlando, significa che l'allenatore crede in lui ed è una gran cosa”.

Dallo stadio Gianni Falchi di Bologna, il nostro inviato Daniele Mattioli

Nella foto, un primo piano di Claduio Liverziani (Bellocchio/Grandeslam.net)

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Informazioni aggiuntive