Share to Facebook Share to Linkedin Share to Google 

OLANDA CAMPIONE DEL MONDO: IL BASEBALL NON E' SOLO OLTREOCEANO

Questa notte l’Olanda ha compiuto l’impresa: battendo Cuba per 2 a 1 è entrata nella storia come prima nazionale europea a vincere una competizione internazionale. È bastato il quarto inning a smuovere la situazione, con Cuba che si porta in vantaggio per 1 a 0 nella parte alta e l’Olanda che li riprende per 2 a 1.

Gli Oranges aprono la sfida con un singolo di Kemp che poi ruba la seconda. Fino al quarto inning nulla da segnalare. Cuba si porta avanti Grazie ad un doppio di Cepeda, che avanza in terza su un lancio pazzo e torna a casa base con la volata di sacrificio. Ma l’Olanda non fa aspettare la sua rivincita: De Jong riceve una base per ball e Smith (poi nominato MVP del torneo) realizza un singolo. Anche Engelhardt batte un singolo che fa segnare il punto del pareggio allo stesso de Jong. È il momento del cambio sul monte per la squadra sudamericana, con Alvarez al posto del partente Gonzalez. Con un bunt di sacrificio di Schoop, i corridori avanzano sulle basi, entrambi in posizione punto. Schoop J. Batte la valida del sorpasso, ma l’attacco spreca l’occasione di allungare il risultato. Sams viene colpito, ma due out di seguito vanificano le speranze di una vittoria tranquilla. Nulla da segnalare dopo il quarto inning, se non una valida di Smith, olandese, al quinto inning, e Cuba che tenta di rimontare all’ottavo con un doppio di Reyes e un singolo di Castillo. Al nono ancora due valide della squadra sudamericana, realizzate da Gourriel ed Enriquez, che non vanno però ad intaccare il risultato finale.

Una squadra che ha segnato la storia. Certo, non sono tutti olandesi puri (molti infatti provengono dalle Antille Olandesi), ma sono cresciuti in una scuola di baseball europea che ora può vantare ben 10 giocatori professionisti. Il mondiale delle sorprese, con gli Usa poco convincenti quarti, Cuba che si contende la finale con il Canada (arrivato terzo) e l’outsider europeo.

Pioggia, sette (gli inning effettivi giocati per evitare il più possibile la pioggia) e sorprese sono le parole chiave dell’ultimo mondiale IBAF. Che non sia tutto da buttare?

                                                                                                  di Mara Mennella

Nella foto la festa dell'Olanda, prima squadra europea della storia a vincere il Mondiale (Cecilfoto.com).

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Informazioni aggiuntive