Share to Facebook Share to Linkedin Share to Google 

AL MONDIALE 2011 DI PANAMA, ESORDIO DA DIMENTICARE PER L'ITALIA DI MAZZIERI

Nella prima vera giornata del campionato mondiale 2011, segnata da sospensioni e ritardi per pioggia, l’Italia non riesce a sconfiggere la Repubblica Dominicana cedendo per 7 a 0.
Il manager Mazzieri schiera Infante, Granato, Chiarini, Ramos Gizzi, Mazzanti, Castellitto Avagnina, Bertagnon e Chapelli, ma sbaglia nella rotazione dei lanciatori arrivando ad alternarne sul monte ben sei (Da Silva, Panerati, Richetti, Maestri, Cicatello e Pizziconi).

L’incontro si apre in tranquillità, ma al secondo inning entra il primo punto della Repubblica Dominicana: Gomez, esterno sinistro, batte un doppio al partente da Silva e avanza in terza con una volata di sacrificio. Con Richardson, terza base, Gomez torna a casa sfruttando un’altra volata di sacrificio. L’Italia soffre molto la solidità del monte dominicano, con un’ottima prestazione del partente Castro che in 6 inning concede una valida, 2 basi su ball e realizza 7 strike out. Al quinto inning arriva la prima hit degli azzurri grazie ad Imperiali, che viene però colto rubando dal catcher Danilo Sanchez, titolare nei De Angelis North East Knights la scorsa stagione. I dominicani rispondono sfruttando una debolezza difensiva: Guzman Frias, esterno centro, raggiunge la prima per un errore di Mazzanti, ruba la seconda e segna a casa base con un singolo di Castro, seconda base, che viene eliminato durante la sua corsa in seconda per assistenza tra l’esterno sinistro Avagnina e il seconda base Imperiali.

Al sesto inning iniziano i problemi per l’Italia con molte occasioni sprecate: Ambrosino viene colpito e avanza in seconda per un lancio pazzo e Granato riceve una base per ball. Entrambi arrivano in seconda e in terza con l’eliminazione di Chiarini, ma, nonostante la base intenzionale a Gizzi, l’inning si chiude con un nulla di fatto. L’attacco dominicano mette in crisi il monte italiano: Panerati, al posto di Da Silva, concede un doppio e un singolo e viene subito sostituito da Richetti che chiude l’inning con uno strike out.
Il settimo è il big inning per la Repubblica Dominicana: Richetti colpisce Sanchez e manda in base Mateo ed al suo posto entra Maestri. Guzman, esterno centro, fa avanzare i corridori con un bunt e le basi si riempiono con la base intenzionale a Castro.
La base per balla a Gomez permette l’ingresso del terzo punto e il grande slam di Mendez, esterno destro, non fa che peggiorare la situazione degli azzurri, portando il risultato sul 7 a 0. Cicatello sul monte al settimo e Pizziconi all’ottavo mantengono il risultato stabile sul 7 a 0, ma i compagni sono comunque inefficaci nel box di battuta.

Il prossimo appuntamento è contro l’Australia, reduce da una sconfitta per 14 a 0 contro Cuba, alle 21 (alle 14, ora locale).

                                                                                        di Mara Mennella

Nella foto Renato Imperiali, il migliore della nazionale italiano nel box di battuta (Ezio Ratti per Fibs.it).

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Informazioni aggiuntive