Share to Facebook Share to Linkedin Share to Google 

ALCS (1): NEW YORK YANKEES E HOUSTON ASTROS SI DIVIDONO LE PRIME 2 PARTITE DELLA SERIE

Un Walk Off Home Run di Carlos Correa all'undicesimo inning ha permesso agli Houston Astros di pareggiare la finale dell'American League contro i New York Yankees. La stella della compagine texana ha infatti spedito oltre le recinzioni il lancio del rilievo J.A. Happ e ha fatto esplodere di gioia i tifosi della sua squadra, al termine di una partita ricca di grande pathos.

Subito avanti con un doppio di Correa al secondo inning, gli Astros hanno subito la rimonta degli Yankees al quarto inning. Con DJ LeMahieu in base, Aaron Judge ha infatti battuto il fuoricampo del 2-1 ai danni di Justin Verlander, partente avversario. L'home run di George Springer nella quinta ripresa ha poi impattato il risultato, prima della giocata risolutiva di Correa al secondo inning supplementare.

Nella prima sfida, i New York Yankees avevano espugnato il Minute Maid Park per 7-0, trascinati da una prova maiuscola del proprio attacco, capace di colpire 13 valide, tra cui 3 fuoricampo, e del proprio lanciatore Masahiro Tanaka.

Il pitcher nipponico aveva avuto così avuto la meglio di Zack Greinke, che per la seconda volta nel giro di una settimana non si era dimostrato all’altezza della situazione. L'ex Diamondbacks aveva infatti concesso 7 valide in 6 inning completati e ha subito 3 punti, 2 dei quali arrivati tramite fuoricampo di Torres e Stanton. 

Altra qualità la partenza del pitcher giapponese in maglia Yankees che aveva trascorso sul monte di lancio lo stesso tempo dell’avversario, 6 inning, concedendo però solo una valida, senza subire nemmeno un punto, e aveva così reso innocuo il pericoloso attacco degli Astros.

Se da una parte poi il bullpen di New York aveva portato a termine l’operato di Tanaka, quello di Houston invece aveva continuato a mostrare grandi problemi, permettendo ai Bronx Bombers di prendere il largo nel punteggio.

Protagonista assoluto della serata per l'attacco newyorkese era stato il seconda base Gleyber Torres, che aveva chiuso la partita con un 3 su 5 al piatto e con ben 5 punti battuti a casa. A 22 anni e 303 giorni è diventato così lo Yankee più giovane di sempre a battere 5 RBI (punti battuti a casa) in una partita di Post Season.

La serie prosegue ora a New York a partire da lunedì notte, con la disputa di gara 3, 4 e 5.

di Daniele Mattioli e Alberto Milani.


Nella foto, Carlos Correa osserva il fuoricampo decisivo (ESPN Stats Info Official Twitter Page).

Informazioni aggiuntive