Share to Facebook Share to Linkedin Share to Google 

LA TORTURA TORNA A SAN FRANCISCO. SPAZZATI VIA D'BACKS E DODGERS

Ricordate il 2010, quando i Giants vincevano  le partite di regular season con un solo punto di scarto? Ecco, nell’ultima settimana è sembrato di essere tornati indietro nel tempo. Quattro partite su sei, nelle due serie giocate contro Arizona e Los Angeles, sono state vinte così.
Il bilancio resta comunque molto positivo, con sei partite vinte su sei giocate, che ci hanno proiettato a ridosso dei lanciatissimi Rockies per la prima posizione della NL West.

Contro i D’backs sono arrivate tre vittorie solo all’ultimo respiro. Una serie in cui i Giants sono stati quasi sempre indietro nel punteggio ma senza perdere mai la pazienza, e con un perfetto gioco di squadra è arrivato l’ennesimo sweep stagionale.
Finalmente un Belt decisivo, che con 2 HR e 6 RBIs ha trascinato i Giants alla vittoria. In gara uno ha battuto una valida con le basi cariche, nell’ottavo inning, che è valsa la vittoria. Gara due, che vedeva lo scontro tra Bumgarner e Cahill, è stata molto equilibrata, con uno 0-0 che si è protratto fino all’ottava ripresa, quando un fuoricampo di Wilson ha portato in vantaggio i D’backs per 1-0. Ma non c’è nulla di cui preoccuparsi, perché Sandoval cambia le sorti della partita nella parte alta del nono con un fuoricampo da due punti che regala la vittoria a San Francisco.
La terza partita della serie è stata ancor più incredibile, con Arizona in vantaggio per 6-4 dopo 7 riprese, e una vittoria che sembrava ormai arrivata. Ma Belt risponde di nuovo presente all’appello e batte un fuoricampo da tre punti che porta in vantaggio i Giants.
La vittoria di queste tre partite ha dimostrato come i ragazzi siano in campo per vincere, da squadra, senza mai mollare, combattendo fino alla fine.

Contro i Dodgers arriva una serie più equilibrata (sembra incredibile, ma è così), con tre partite vinte dai Giants per un solo punto. Nell’ordine: 2-1, 10-9 e 4-3, con le prime due vittorie arrivate con due walk-off home run, rispettivamente di Posey e Quiroz, che fanno impazzire l’AT&T Park e i tifosi di tutto il mondo.
Lo sweep viene servito al termine di gara tre, in cui Cain trova finalmente la sua prima vittoria stagionale, lanciando per 7.1 riprese in modo eccellente.

Dopo le grandi incertezze di due settimane fa, il lineup sembra aver ritrovato costanza, con Posey, Sandoval, Pence e Scutaro che tornano a battere e segnare punti. Sul monte di lancio, invece, continuano le difficoltà, in una situazione paradossale per una squadra che ha vinto due World Series grazie soprattutto ai lanciatori. Bumgarner sembrava il migliore, se non fosse che nella partita di lunedì contro i Phillies è stato autore della più brutta partita stagionale, mentre sia Zito che Vogelsong sembrano ancora poco costanti. Le vittorie sono arrivate soprattuto grazie al bullpen, che con il lavoro combinato di Romo, Lopez, Casilla, Kontos e Gaudin sta lanciando davvero bene.

Per questa settimana ci attendono due difficili serie casalinghe, contro i Phillies assetati di vittorie (le prime due gare sono state vinte da Philadelphia) e i Braves che al momento sono una delle squadre più calde della Major League.

di Angelo Cappa (su Twitter @TyrionK)


Nella foto, Posey festeggia dopo il fuoricampo della vittoria colpito contro i Dodgers (Jason O. Watson/Getty Images North America da Zimbio.com).

Diventa Fan del sito Grandeslam.net su Facebook e Twitter!!

css css

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Informazioni aggiuntive