Share to Facebook Share to Linkedin Share to Google 

I GIANTS BATTONO I GIANTS. ARRIVANO CINQUE SCONFITTE CONSECUTIVE

Bruttissima settimana per tutti i tifosi di San Francisco. Il bilancio parla chiaro, una sola vittoria a fronte di cinque sconfitte consecutive. Le serie degli ultimi sette giorni sono state giocate contro le due rivali divisionali, Arizona e San Diego, e quindi mai facili da giocare, ma d’altronde è per questo motivo che perdere cinque partite consecutive, con sweep annesso, fa sempre molto male. Fortunatamente non siamo a settembre, è ancora fine aprile e quindi non c’è nulla di grave.

Eppure la settimana era iniziata bene, con la vittoria in walk-off contro i D-backs arrivata grazie al singolo di Belt nel nono inning. Da questo momento, però, causa brutte prestazioni e un bel po’ di sfortuna, non va bene niente. Il giorno seguente perdiamo all’undicesimo inning, con i Giants che tra ottava e nona ripresa erano riusciti a recuperare quattro punti di svantaggio e portare la partita agli extra inning. Purtroppo, però, quando va così è sempre un brutto segno per i Giants. Dal 2000, per sei occasioni, i Giants hanno pareggiato la partita con un home run battuto da un pinch hitter nella parte bassa del nono, e di queste sei partite solo due sono state poi vinte da San Francisco. Aggiungete anche il settimo esempio, dato che la il match contro Arizona è stato poi perso con un doppio battuto da Parra. Stesso esito nell’ultima partita della serie, con i D-backs in vantaggio per 2-1 e i Giants che pareggiano il match nell’ultimo attacco disponibile. Ma non cambia nulla, con Arizona che segna un punto nel decimo inning in seguito della sac fly di Nieves. Partita e serie vinta dai Diamondbacks.

Con molto amaro in bocca, i Giants volano a San Diego per una serie da tre contro i Padres. Risultato? 3-0 San Diego.
Anche in questa serie si arriva oltre alla nona ripresa, in gara due, vinta dai Padres dopo l’errore difensivo di Scutaro. Nulla da fare per San Francisco nelle altre due partite, giocate con poca determinazione e tante distrazioni.

Ma non è andato tutto male, la buona prova di Lincecum contro i Padres ne è un esempio, in cui ha lanciato sette buone riprese. C’è anche il risveglio di Posey, che nell’ultima settimana sta battendo .467 (7-15), con 1 HR, 0 SO e una OBP di .600. Segnali positivi anche da Belt (6 su 19 nell’ultima settimana).
Purtroppo sta andando ancora male Cain, che nel 2013 non ha vinto nemmeno una partita, e in declino sembra essere anche Pence, che nell’ultima settimana ha battuto solo 4 valide in 23 apparizioni al piatto.

di Angelo Cappa (su Twitter @TyrionK)


Nella foto, Pablo Sandoval durante la partita giocata all’AT&T Park di San Francisco il 24 aprile 2013 (Ezra Shaw/Getty Images da Espn.com).

Diventa Fan del sito Grandeslam.net su Facebook e Twitter!!

css css

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Informazioni aggiuntive