Share to Facebook Share to Linkedin Share to Google 

I GIANTS SPAZZANO VIA I DODGERS, MA CONTRO ATLANTA ARRIVA SOLO UN PAREGGIO

Dove eravamo rimasti? Si, ora ricordo.
I Giants stavano per iniziare una serie contro i Dodgers a Los Angeles, sotto quel bellissimo cielo marrone, mascherato di blu solo per far piacere alla gente e per far vendere i cappellini con quelle due bellissime lettere cucite sopra, L.A.
Eravamo rimasti alla nostra voglia di non mollare mai, nonostante le difficoltà e le assenze. Alla caparbietà di ragazzi come Posey, che è di nuovo in campo dopo un anno di stop per un infortunio a dir poco terribile che gli ha fatto passare mesi e mesi di puro inferno. Ma siamo sempre lì.
Mai mollare.
Buster insegna. Adesso ha numeri da MVP, e da più di un mese è il miglior battitore sulla Terra, tanto per non esagerare.

Torniamo sotto il cielo di Los Angeles, dove si è giocata l’ennesima serie Giants - Dodgers. La prima volta che le due franchigie si affrontarono era il 18 Aprile 1883, ma eravamo ancora sotto il cielo blu di New York City.
Dopo qualche anno di stop si ritorna alla rivalità in vecchio stile. San Francisco e Los Angeles che lottano, fino alla fine, per arrivare il più in alto possibile. Il più lontano possibile dalla rivale. La situazione più romantica possibile, per chi segue la National League West.

Le ultime due serie, prima del 20 Agosto, erano state vinte dalla squadra in trasferta, entrambe con uno sweep. Poteva, quest’ultima serie, andare diversamente? Ovviamente no. Ed ecco che la settimana scorsa i Giants sono riusciti a spazzare via i Dodgers. 3-0, vetta riconquistata e si torna felici e contenti a San Francisco. Come Annibale dopo Canne.
Gli eroi di questa impresa al Dodgers stadium sono stati Bumgarner, autore di una partita superlativa, in gara uno. Lancia per 8.0 innings senza subire un punto, e alla fine realizzerà anche la bellezza di 10 strikeouts.
Nella seconda partita Scutaro e Pagan ci trascinano alla vittoria.
Ma l’affondo decisivo alla resistenza Dodgers arriva in gara tre. 8-4 il risultato finale. Un buon Cain sul monte fa entrare un solo punto in 7.0 innings. E un Arias leggendario, autore di 5 RBI, ci porta in trionfo fino a San Francisco.

Contro Atlanta l’impressione di poter compiere qualcosa di grande arriva dopo le prime due gare, vinte rispettivamente per 5-2 e 5-3. Zito, Pagan, Scutaro gli uomini chiave di queste vittorie.
Peccato che da questo momento ci rilassiamo troppo sugli allori lasciando le ultime due partite della serie in mano ai Braves. 7-3 e 7-1 i risultati. Heyward fa molto male ai nostri lanciatori, Hudson invece ai nostri battitori. Lincecum torna Lincecum (versione 2012) ed il gioco è fatto.

Ma adesso non possiamo più permetterci dei passaggi a vuoto. Questa settimana ci sono due serie da vincere obbligatoriamente. Astros e Cubs ci aspettano.

di Angelo Cappa

Nella foto, Brandon Crawford tira in prima base per effettuare un doppio gioco dopo aver eliminato Matt Kemp. 21 Agosto 2012. (Jeff Golden/Getty Images per Espn.com).


Tutta la Final Four di Coppa Campioni, in programma mercoledì 29 e giovedì 30 agosto (con Bologna, Nettuno, Amsterdam e Roun partecipanti), sarà trasmessa in diretta da Radio Arena Sportiva!


Diventa Fan del sito Grandeslam.net su Facebook e Twitter!!

css css

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Informazioni aggiuntive