Share to Facebook Share to Linkedin Share to Google 

DOPO LA BRUTTA SCONFITTA CONTRO I METS, I SAN FRANCISCO GIANTS ESPLODONO AL COORS FIELD

Si spera sempre in qualcosa di meglio, per la propria squadra.
Si sa, la vittoria è l’unica cosa che conta, per un tifoso.
Purtroppo ci sono quei periodi in cui si vedono grosse lacune e difficoltà, e non si può far altro che pensare di risollevarsi pian piano, pensare ad ogni singola partita senza guardare troppo avanti.
I Giants sono in un periodo così. Nero. A tutto questo aggiungiamo i Dodgers, sempre più in forma soprattutto dopo gli acquisti di Luglio, e Arizona che sta tornando prepotentemente.

Nelle ultime dieci partite il record dei Giants è pietoso per una squadra che punta alla vittoria della division. Solo 4 partite vinte e ben 6 sconfitte. In particolar modo contro i Mets si sperava in qualcosa di meglio, e invece la serie viene vinta da New York per 3 partite a 1.
L’unica vittoria arriva in gara 2, grazie ad una buona partita di Lincecum che ha lanciato per 7.0 innings subendo solo 1 punto, e buona anche la partita di Scutaro con due valide e 1 RBI. Alla fine arriva la vittoria per 4-1. I segnali positivi ci sono stati, peccato che il resto della serie non sia stato praticamente giocato.
Tante occasioni sprecate, tanti uomini lasciati in base, bullpen disastroso e attacco inesistente. Non si possono vincere tante partite in questa situazione.

La musica cambia nel trasferimento al Coors Field per una serie da tre contro Colorado. L’attacco esplode, segnando 35 runs in tre partite e così i punti concessi ai Rockies non pesano. Posey si veste da Barry Bonds e trascina la squadra alla vittoria.
Al momento i Giants hanno due battitori con una media superiore a .325, Cabrera batte .353 e Posey .327. L’ultima volta che due giocatori in maglia Giants avevano una media così alta era il 1954, anno in cui si vinsero le World Series quando la squadra si trovava ancora a New York, con Mays e Mueller.
Posey comunque in gara uno contro i Rockies ha battuto 4 valide in 5 turni di battuta con un fuoricampo e ben 3 RBI.
In gara due l’eroe è Pagan, che sembra essere tornato in forma dopo un brutto periodo. Nell’ultima settimana sta battendo con la media strepitosa di .412 e con una OBP a quota .500. E’ il Pagan di inizio stagione che batte da vero leadoff.
Contro i Rockies arriva finalmente uno sweep, questa volta grazie anche ad ottimo Pence in gara 3, autore di 2 doppi e 3 RBI.
Buona la serie anche di Lincecum, osservato speciale perchè si attende il suo ritorno con impazienza. Arriva la seconda vittoria consecutiva contro Colorado, e anche questa volta subisce un solo punto in 6.0 innings. Nelle ultime due partite ha una ERA di 1.38, con 11 innings lanciati e 10 K. Sembra stia tornando in forma. Abbiamo bisogno del vecchio Tim per il finale di stagione.

Adesso ci attende una serie difficile a St. Louis, da quattro partite. Sarebbe un buon risultato riuscire a portare a casa due vittorie, anche perchè la prima partita è già stata vinta nettamente dai Cardinals per 8-2.
Cain non perfetto sul monte. E’ sicuramente in un momento non proprio brillante. I Giants hanno perso sei delle ultime nove partite con Matt come partente. Ha una ERA di 4.40 dal perfect game del 13 Giugno scorso.

Stiamo per entrare nel periodo più caldo dell’anno. I Dodgers sempre pronti ad approfittare di ogni piccolo passo falso. Vietato sbagliare.

di Angelo Cappa

Nella foto, Angel Pagan effettua una eliminazione al volo nel terzo inning della partita contro i Colorado Rockies del 5 Agosto 2012. (Justin Edmonds/Getty Images per Espn.com).


Diventa Fan del sito Grandeslam.net su Facebook e Twitter!!

css css

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Informazioni aggiuntive