Share to Facebook Share to Linkedin Share to Google 

JOLENE HENDERSON E LA NO-HITTER SFIORATA

Comincia il lungo fine settimana di gioco e le ragazze del Banco di Sardegna Nuoro si devono incontrare con il Saronno. La prima partita, domenica 24 aprile, scorre per tre inning sull'equilibrio delle due squadre.
Sul monte di lancio, comincia il lavoro di contenimento dell'americana del Nuoro, Jolene Henderson. Cinque eliminazioni al piatto nei primi tre inning; chi riesce a toccare la palla non va oltre la linea degli interni.

Il Saronno cambia Francesca Betti, lanciatrice partente, con Anita Minari, ma nel box di battuta, continua la serie di zero punti del Saronno, che non riesce a concretizzare contro i lanci della Henderson.

Durante tutta la partita, la lanciatrice si è costruita la situazione per vantare un perfect game: 9 strike out,  nessuna base su ball, nessuna valida e la complicità della difesa delle compagne, che non hanno mai sbagliato.

Saronno affronta la sua parte del settimo ed ultimo inning e distrugge le speranze della Henderson: il primo errore arriva  su una battuta di Susanna Soldi che riesce ad arrivare in seconda, la no-hit, viene interrotta da Manuela Fabrizi che segna l'unica valida della partita del Saronno, un triplo  che permette a Soldi di segnare e poi, la stessa Fabrizi segna il secondo punto su un illegal pitch.

Finisce la partita con la vittoria del Banco di Sardegna Nuoro sul Saronno per 8 a 2. Il rammarico più grande è, sicuramente, quello della lanciatrice americana Jolene Henderson, per una notevole prestazione che non ha potuto perfezionare.

di Cristina Pivirotto


Nella foto, un primo piano della Henderson (Bbuongiornoalghero.it).

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Informazioni aggiuntive