Share to Facebook Share to Linkedin Share to Google 

FIORINI FORLI' E BUSSOLENGO ALLE ITALIAN SOFTBALL SERIES

Saranno Fiorini Forlì e Specchiasol Bussolengo le protagoniste della finale scudetto ISL 2015. I verdetti sono scaturiti da un fine settimana di competizioni che hanno appassionato i tifosi.

Il primo risultato è stato quello che ha visto vincente la squadra di Forlì, che si misurava con Rhibo La Loggia, nella semifinale B. Arrivate a gara 4 in pareggio, dopo una partita tirata allo spasimo, Forlì si affida alla “solita” Blaire Luna per giocarsi la finale. Ma non è la giornata giusta. Il controllo della lanciatrice scarseggia e le basi su ball abbondano. Si deve arrivare al quinto inning per smuovere il punteggio, grazie ad un doppio di Carlucci che porta il vantaggio Rhibo e, nonostante i tentativi di rimonta del Forlì, la partita si chiude con la necessità di andare a gara 5.

Finalmente Blair Luna torna ad essere se stessa e affronta la gara decisiva, per l'accesso alla finale, con un ruolino che rispecchia il suo valore: 13 strike out. In una battaglia giocata per la quasi totalità dalle lanciatrici, c'è ampio spazio anche per Bailey Micetich, che Rhibo chiama a rispondere alla consistenza del monte romagnolo. L'equilibrio è tale che al terzo inning le squadre non hanno ancora segnato un punto. Si aspetta, così, quel singolo evento che deciderà la partita. Sarà il rilievo del Rhibo La Loggia, Van Dusschoten, a crollare e la partita finirà con un netto 5 a 0 del Forlì che tornerà, così, a disputare una finale scudetto dopo 5 anni.

La semifinale A, che vedeva contendersi l'accesso in finale tra Specchiasol Bussolengo e Thermotechnik Bollate, ha avuto un allungamento temporale, per l'impossibilità di giocare la partita decisiva a causa della pioggia che ha reso impraticabile il campo di gara.

Bussolengo riusciva a pareggiare la serie, partendo da un preoccupante svantaggio di 2 a 0.
Il recupero parla da solo: 0 – 4 e 0 – 7 i risultati delle due partite, fra gli errori di Bollate e le produttive valide di Bussolengo, Wagner , alla quinta ripresa, colpisce un triplo e poi segna il punto della manifesta che conduce dritte le squadre a giocarsi la bella, spostata al martedi (15 settembre).
Anche nella quinta partita Bussolengo si dimostra una squadra compatta.
Malgrado sul monte del Bollate salga Greta Cecchetti, Bussolengo contrattacca con Haylie Wagner che aveva ben figurato in gara 4 e non si smentisce in gara 5.
Mentre, lentamente, inning dopo inning, la convinzione del Bollate comincia a vacillare, la voglia di vincere del Bussolengo aumenta in maniera direttamente proporzionale.
Ma la lotta parte sempre dalle lanciatrici: Cecchetti colleziona strike out, Wagner si gloria di un perfect game. Fino alla sesta ripresa, quando Brianna Mc Govern batte valido.
Giulia Meli, entrata a sostituire in base Mc Govern, viene eliminata con un pitch out che scatena le proteste del manager Luigi Soldi e procura anche la sua espulsione. Bollate reagisce, Cecchetti annota sul suo ruolino il decimo strike out. Ma il punteggio rimane 3 a 2 per Bussolengo e regala alle Campionesse d'Europa, la seconda finale consecutiva.

La finalissima, con appuntamento a sabato 19 settembre, vedrà quindi in campo Fiorini MGM Forlì contro Specchiasol Bussolengo.

di Cristina Pivirotto


Nella foto, Haylie Wagner del Bussolengo, esulta in gara 5 (Fagnani-Oldmanagency da FIBS.it).

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Informazioni aggiuntive