Share to Facebook Share to Linkedin Share to Google 

L'ANALISI DELL'UNDICESIMA GIORNATA DELL'ITALIAN SOFTBALL LEAGUE DI ALESSANDRA CIRELLI

Nuoro in recupero inarrestabile ora al quinto posto in classifica, La Loggia zitta zitta mantiene il la terza piazza, le Blue Girls rimangono ben salde in seconda posizione e il Des Caserta dà piena conferma della sua leadership. Sono questi i temi della seconda giornata di ritorno dell'Italian Softball League che rispetto agli ultimi anni vede una classifica con alcune novità.

Il Bollate rimane quarto ma deve ancora recuperare ben cinque partite mentre Forlì e Legnano non riescono proprio ad emergere e si spartiscono il risultato nello scontro diretto: Forlì vince il primo incontro per manifesta 7-0 con Mara Papucci vincente e che subisce solo due valide. La lanciatrice perdente per il Legnano è Laura Gerussi.
La seconda partita fino al 6° inning sembrava in mano al Forlì che, con un arrivo di Miki Vitaliani e il fuoricampo di Darcy Pagnini segnava il 2 a 0. Inoltre fino a quel momento nessuna valida sulla lanciatrice della squadra di casa Kylie Reynolds, capace di realizzare 12 eliminazioni al piatto. All'ultimo inning per il Legnano arrivano 4 valide, due colpiti, una base su ball, un errore, una palla mancata e 7 punti...un film horror! Forlì sesto in classifica seguito da Legnano.

A Caserta l'incontro clou della giornata con le prime della classe in campo: la prima gara la vince il Des Caserta con 8 valide di cui ben 7 assestate dalle prime tre del line-up casertano: Wiginton, Bosdachin e Novelli; Sun Yue-Fen partente per la squadra felsinea e rilevata al 4° da Emanuela Tomasi mentre la Selden chiude con una one-hit, con la valida colpita da Monica Pedrazzi. 3 errori per la difesa ospite cui mancava senza dubbio una pedina importante come Eva Trevisan.
Seconda gara rocambolesca con Johana Gomez che infila il 10° successo su altrettante partite lanciate, nonostante le 11 valide subìte, di cui ben 3 homerun battuti da Wiginton, Rolla e Priscilla Brandi. Ma il Caserta accusa anche tre errori in difesa e ben 10 rimasti in base. Perdente Carlotta Natti rilevata dalla Brandi al 5° inning.

Pareggio anche a La Loggia dove la squadra di casa perde la prima gara 1-2 contro il Titano Hornets, penultimo posto in classifica, che trova la strada della vittoria con Kate Robinson in pedana con due sole valide concesse e fondamentale in attacco dove firma un fuoricampo da due punti. La McCallum lancia una buona partita con tre valide concesse e 10 strike-out all'attivo ma non basta. Il secondo incontro è appannaggio del Rhibo La Loggia con Stella Turazzi in pedana che subisce solo 4 valide all'attacco ospite e realizza 12 eliminazioni al piatto.

E infine il Nuoro, ancora in scia positiva con un doppio successo, unico della giornata, sull'Unione Fermana per 3-1 con Aimee Murch vincente nel confronto con Kimberly Reeder. 5 sono le valide battute dalle marchigiane con due errori in difesa; 4 invece le valide dell'attacco sardo aiutato da una difesa impeccabile.
Nella seconda partita, in situazione di parità 2-2, rilievo a sorpresa al 4° inning su Paola Cavallo di Ylenia Pisanu: nessuna valida, 3 basi su ball e 3 strike out e nessun punto subìto per la chiusura vincente su Luana Luconi. Nuoro sblocca il risultato alla 5° ripresa dove segna tre punti battendo due valide con la complicità di una base su ball, un battitore colpito, una palla mancata e un lancio pazzo... 5-2 il risultato finale.
Ancora scarna la media battuta di squadra del Nuoro ma evidentemente sono riuscite ad ottimizzare le poche occasioni create.

di Alessandra Cirelli

Nella foto, Stella Turazzi mentre è impegnata con la nazionale italiana (Foto Bagattini/Fibs.it).

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Informazioni aggiuntive