Share to Facebook Share to Linkedin Share to Google 

TRA CONFERENZE STAMPA E ANNUNCI IMPORTANTI, IL GROSSETO AFFRONTA IL NETTUNO IN UNA SFIDA CHIAVE PER I PLAYOFF

Chi aveva dato per dispersa la cordata americana che doveva collaborare con la nuova società creata a Grosseto da Mazzei, Magalotti e Codispoti, con la benedizione del presidente federale Fraccari e delle istituzioni delle città, si dovrà ricredere; Chris Carminucci e Peter Caliendo, rispettivamente amministratore delegato della Carminucci Sport Group (il gruppo americano entrato a Grosseto per rilanciare baseball in maremma dopo il fallimento del Bbc) e il presidente del Grosseto Baseball, sono arrivati ad inizio settimana ed hanno rassicurato tutti: "Il progetto - hanno detto i due - va avanti, ci sono state delle incomprensioni tra noi e la dirigenza italiana, ma il nostro intento è quello di portare a compimento quello che abbiamo promesso. Inoltre parleremo anche con il manager Hartley e con molta probabilità ci saranno dei ritocchi alla squadra che vogliamo rendere il più competitiva possibile, noi siamo qui per vincere."
Tante belle parole insomma, però si sa che "verba volant" e alla fine dei conti sono i fatti che danno la giusta dimensione alla cosa. Tutto questo è avvenuto alla vigilia del trittico interno con il Montepaschi Grosseto che affronterà la Danesi Nettuno, una sfida da sempre particolare anche quando non c'è la classifica a dare il valore aggiunto alle partite.

I biancorossi, con il morale alle stelle dopo la più che valida prova contro il Bologna si troveranno di fronte un Nettuno che invece sta andando a corrente alternata e che ha perso per strada Riccardo De Santis, ex di turno, fermo ai box per un infortunio (indipendentemente dalla casacca che indossa auguri di pronta guarigione a Riccardo).

Il giovedi solitamente è il giorno destinato all'incontro tra il manager Hartley e gli organi di stampa ma questa settimana non si è tenuto per un impegno dell'ultimo minuto a Tirrenia, in compagnia del preparatore atletico Gianni Natale (che sia il preludio ad un ingresso del coach statunitense all'interno dell'accademia?); toccherà quindi ipotizzare la formazione anche se il roster risicato non lascia molto spazio all'immaginazione.

Lo staff tecnico dovrebbe recuperare il lanciatore greco Bourdaniotis, reduce da due settimane di stop per un risentimento muscolare e comunque il suo impiego sarà sicuramente limitato, mentre ci saranno le conferme di Smith, Sikaras (superlativo contro Bologna) e Oberto come partenti nelle tre partite, tutti e tre in coppia con lo stakanovista Grossman (sesto trittico consecutivo dietro al piatto).

Confermato il diamante con Bischeri, Aprili che ha saltato metà delle partite con Bologna, Sgnaolin e il sempre meno convincente, almeno in difesa, Pecci; all'esterno ci saranno come sempre Biscontri a sinistra, De Santis al centro e il sorprendente Molina (quarto battitore della lega con 410 di media) a destra mentre il ruolo di battitore designato sarà affidato ad Oberto in gara1 e a Ferretti o Grilli in gara 2 e 3.

In Maremma quindi si aspetta il Nettuno ma soprattutto ci si attende qualcosa di concreto dalla società dopo i proclami di inizio sertimana, vedremo se saranno fatti e non solo parole come avvenuto fino ad ora.

da Grosseto, il nostro corrispondente Alessandro Monaci

Nella foto, un primo piano del Manager Mike Hartley (CB - Oldman per Fibs.it)

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Informazioni aggiuntive