Share to Facebook Share to Linkedin Share to Google 

IL RIMINI DEL PRESIDENTE PILLISIO SOGNA IL BIS IN ITALIA E LA CONQUISTA DELLA COPPA CAMPIONI

Dopo un 2017 da incorniciare, il Rimini Baseball vuole replicare nel 2018 il titolo ottenuto ai danni del San Marino, e ha allestito un roster importate con molti colpi di mercato.

Il primo volto nuovo, probabilmente il più importante e meno atteso, è quello di Simone Pillisio, l’ex presidente del Novara, infatti, si è accasato a Rimini come presidente del Rimini Baseball facendo da successore allo storico presidente Zangheri.

Il nuovo n.1 riminese non si è fatto pregare ed ha subito mostrato le sue intenzioni andando sul mercato e mettendo a segno ben 12 colpi. Dal Novara arrivano: Nathanael Batista (’95) giovanissimo interno reduce dalla sua prima stagione in IBL (da quest’anno A1) dove ha mostrato ottime doti difensive ed offensive, Raul Jose Ruiz (’90) lanciatore mancino partente con alle spalle due buone annate italiane, la prima a Padova e la seconda in terra piemontese, Alex Bassani (’90) lanciatore destro italiano capace, all’occorrenza, di poter giocare come interno, per lui diverse esperienza in IBL tra Godo e Novara, oramai diventato uno dei migliori lanciatori italiani in circolazione, Oscar David Angulo (’84) interbase dal passaporto spagnolo reduce dalla sua prima annata italiana in cui ha dimostrato di essere un ottimo battitore finendo secondo per media battuta (.415) e primo in fuoricampo (10).

Dal Nettuno arriva Yuri Morellini (’93) giovane talento italiano messosi in luce la scorsa stagione con numeri straordinari per la sua giovane età (1.47 di PGL) e che darà profondità e qualità al bullpen nero arancio.

Ritornano a vestire la casacca romagnola: Alexander Rafael Romero (’83) esterno molto importante nel box di battuta e uomo chiave dello scudetto 2015 per il Rimini, Ernobel Marquez (’74) lanciatore mancino che nelle ultime stagioni ha giocato in Germania facendo sempre bene, per lui ben 5 stagioni con la casacca del Rimini dal 2010 al 2014, ed infine, dopo 2 stagioni al San Marino, ritorna a “casa” Pierangelo Cit (’91) ricevitore cresciuto nelle fila riminesi con cui ha disputato il massimo campionato italiano dal 2011 al 2015. 

I veri volti nuovi per il Rimini e per la serie A1 sono : Logan Francisco Duran (’81) lanciatore partente domenicano con molta esperienza nei campionati latini (Messico, Repubblica Domenicana e Venezuela), questo inverno ha giocato per gli Aguilas de Zulia (Venezuela) con buoni numeri; Kevin Kelly (’90) lanciatore destro con passaporto olandese reduce da un’ottima annata ai Curacao Neptuns Rotterdam con cui ha vinto un titolo di campione d’Olanda e la coppa Campioni ai danni della Fortitudo Bologna; Phildrick Llewelyn (’93) anche lui come Kelly nativo delle Antille con passaporto olandese, ricevitore/prima base con un buon potenziale si è distinto nel suo secondo anno nella Pecos League (Lega Indipendente) con ben 15 HR e lo scorso inverno ha preso parte alle Asia Winter League con la rappresentativa europea. Infine l’ultimo volto nuovo è quello di Jose Alberto Ustariz (’93) prima base/esterno con il passaporto spagnolo che è nel giro della nazionale iberica e si è messo in luce la scorsa stagione, nelle fila dei Marlins di Puerto Cruz con ben 5 HR ed una media battuta di .281.

Con un mercato cosi importante e ricco di nomi il Rimini si candida come principale indiziata alla corsa al titolo italiano, oltre alla possibilità di poter fare bene anche nella competizione europea. 

di Mirco Monda


Nella foto, la gioia del Rimini nello scorso campionato. Si saprà ripete quest'anno? (Daniele Mattioli - Grandeslam.net).


Informazioni aggiuntive