Share to Facebook Share to Linkedin Share to Google 

WALK OFF SINGLE DI REGINATO: L'ITALIA BATTE L'OLANDA E CHIUDE IN VETTA LA SECONDA FASE DELL'EUROPEO

Tutti dicevano che questa gara non era importante, che sarebbe stata giocata giusto perchè andava giocata e invece...ecco disputarsi una delle partite più belle di questo Europeo 2012, dove ancora una volta è il cuore dell'Italia ad avere la meglio in extremis, in questo caso su quello olandese, al termine di una gara combattuta, ricca di grandi emozioni e di belle giocate. E' infatti il walk off single di Mattia Reginato nel corso della nona e ultima ripresa la battuta che permette all'Italia di superare l'Olanda e di vincere per 4 a 3 l'ultima partita del secondo turno dell'Europeo. E' una vittoria che garantisce alla nazionale allenata dal Manager Marco Mazzieri di chiudere in testa la seconda fase di questo Europeo 2012 e di giocare come squadra di casa la Finalissima di domani alle ore 13.00 sempre contro la compagine Orange.

Pronti, partenza, via e l'Olanda al secondo inning vola subito in vantaggio. Sams batte un doppio su Richetti, pitcher partente dell'Italia, e segna sulla volata di sacrificio di Engelhardt. Nella ripresa successiva, la compagine di casa lascia due uomini base e allora l'Italia coglie l'attimo nel suo attacco. Singolo di Vaglio, che raggiunge la seconda sulla battuta in diamante di De Simoni. Infante legge alla perfezione il lancio di Orlando Yyntema, ex pitcher del Paternò nel campionato italiano oggi partente olandese, e trova il doppio contro le recinzioni a destra per il pareggio azzurro.
Dopo l'out di Avagnina, arrivano tre valide in successione per l'Italia: singolo di Granato, doppio di Colabello, nuovo singolo di LaTorre e in pochi minuti il risultato è ribaltato: 3 a 1 per noi dopo un terzo di partita.

I colpi di scena non mancano, però, in questo avvio di match, e l'Olanda trova subito il pari ad inizio quarto inning. Connor batte valido e il fuoricampo di Kemp vale il pareggio a quota tre.

A questo punto, ambedue le squadre, nonostante siano già qualificate per la Finale di domani, lottano su ogni lancio con grandissima intensità e creano occasioni ad ogni proiezione offensiva senza però riuscire mai a toccare il cuscino di casa base.

Si arriva così alla nona ripresa, dove Matteo D'Angelo inizia bene eliminando al piatto Urbanus ma sfortunatamente si infortuna, lasciando così il campo. Al suo posto entra Justin Cicatello che subisce il singolo di Smith e il doppio di Sams, con Gary Ermini molto bravo a difendere la battuta all'esterno sinistro. Con corridori in terza e seconda, viene data la base ball a Connor in modo tale da obbligare tutte le basi. Cicatello però si mette in proprio ed elimina al piatto sia Engelhardt che Kemp, dopo che quest'ultimo aveva battuto un gran fuoricampo ma in foul.

Tocca quindi alla nostra nazionale provare l'ultimo assalto e Infante guadagna la base ball mettendo fine alla prova di Driel, rilevato da Bergman. Il bunt di sacrificio di Avagnina si trasforma in un errore della difesa con il giocatore del San Marino che è salvo in prima. Granato è salvo in scelta difesa (out Avagnina in seconda) e di conseguenza viene data la base ball intenzionale a Colabello, in modo tale da giocarsi Reginato entrato in precedenza in difesa al posto di LaTorre. Qui il battitore azzurro è freddo e punisce con una gran battuta sugli esterni la scelta olandese. E' valida a destra, Infante segna punto a casa base e l'Italia vince la partita, arrivando così con il sorriso sulle labbra per la Finalissima di domani.

di Daniele Mattioli

Nella foto, la gioia di Reginato dopo la valida della vittoria (Ratti/FIBS.it).

Diventa Fan del sito Grandeslam.net su Facebook e Twitter!!

css css

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Informazioni aggiuntive