Share to Facebook Share to Linkedin Share to Google 

IL RIMINI SOGNA UNA COPPA CAMPIONI DA PROTAGONISTA

Dopo il deludente weekend di campionato, con due sconfitte con l’UnipolSai Fortitudo Bologna, il Rimini Baseball deve concentrarci sulla Coppa Campioni che avrà inizio il prossimo 6 Giugno in Olanda. La squadra del presidente Pillisio è stata inserita nel girone A assieme ai Rouen Huskies, all’L&D Amsterdam ed al Hendenheim Heidekoppe.

I Rouen Huskies sono i campioni in carica del campionato francese, ma in questo 2018 stanno faticando a ritrovare il ritmo che gli ha permesso di vincere agevolmente il titolo lo scorso anno. Rispetto, appunto, al 2017 terminato con 23 vittorie ed una sola sconfitta, quest’anno i francesi hanno un record di 8 vittorie e 6 sconfitte che li piazza a metà classifica a 4 partite dalla prima. Il giocatore più in forma è sicuramente Velazco Gerwuins, battitore da .450 di media battuta con 18 valide, 10 punti segnati e 5 doppi, mentre sul monte Villagas Kender e Owen Ozanich sono i due migliori pitcher del bullpen francese, il primo ha una media punti subiti (ERA) di 0.56 con un record di 2 vittorie e 0 sconfitte in 16 inning lanciati, 8 valide concesse, un solo punto subito, una sola base ball concessa e ben 23 strike out effettuati facendo battere le squadre avversarie con una media battuta di .148. Il secondo invece, ha una ERA di 2.66 in 40.2 riprese lanciate, 5 basi ball concesse, 12 punti subiti e 49 K messi a segno. Per lui un record di 3 vinte e 2 perse in 7 apparizioni sul monte di cui 5 da partente. In generale gli Huskies stanno battendo .295 di squadra e sul monte hanno una ERA di 3.52.

L&D Amsterdam, vincitrice della Coppa Campioni del 2016, è attualmente seconda (14W – 1L), nel campionato olandese, dietro ai Curacao Neptunus primi con un record di 16W ed 1L. Tutto il roster degli olandesi è da tenere d’occhio ma in particolar modo Urbanus Nick, battitore da .339 di media con 21 valide di cui 5 doppi ed 1 fuoricampo, 18 punti segnati, 10 RBI e 3 basi rubate su 4 tentativi. Sul monte di lancio, invece, oltre al solito Cordemans (2.77 pgl, 2W, 0L, 13 rl, 14K), da segnalare il duo Ward – Heikstek. Il primo sta viaggiando ad una media punti subiti di 0.38 con un record di 4 vittorie e 0 sconfitte in 5 partite giocate tutte da partente, 24 inning lanciati, 23 K effettuati, 1 base ball concessa, 1 punto subito ed una media battuta concessa agli avversari di .153. Il secondo, invece, ha una ERA di 0.51 con un record di 2 vittorie e 0 sconfitte in 5 partite tutte da partente con 35 inning lanciati, 2 punti concessi, 20 K effettuati ed una media battuta concessa agli avversari di .129. In generale, l’ex team di Lampe (attualmente giocatore dell’UnipolSai Fortituto Bologna), sta battendo .291 di squadra ed ha un monte con una ERA di squadra pari a 1.23.

L’Heindenheim Heidekoppe è il team campione di Germania 2017 e si candida per replicare in questo 2018 essendo primo con un record di 18 W e 2 L. La squadra tedesca fa dell’attacco il suo punto forte con diversi giocatori sopra quota .300 di media battuta, su tutti spunta il nome di Gary Michael Owens che in 62 turni ha collezionato 7 HR, 7 doppi, 1 triplo, 25 RBI e 3 basi rubate ed una media battuta di .491. Sul monte il giocatore di punta è Richard James Hively partente con 33 inning lanciati, 10 basi ball concesse, 33 K effettuati, 4 W ed 1 L con una ERA di 1.91. I tedeschi stanno battendo di squadra .355 mentre il monte ha una ERA di 2.66. Secondo i numeri dei vari campionati si prospetta un girone veramente difficile per il Rimini. Il team italiano, però, è anche il team con più Coppe Campioni vinte (3) ma anche con più finali perse (10), rispetto agli Huskies ed all’L&D Amsterdam che hanno disputato solamente una finale nella loro storia, ambedue nel 2017 quando ad avere la meglio furono gli olandesi.

Missione difficile ma non impossibile per i campioni d’Italia 2017 che hanno i mezzi, visto gli importanti investimenti nella scorsa offseason, per puntare al titolo di campioni d’Europa 2018, titolo che manca in bacheca dal 1989.

di Mirco Monda


Informazioni aggiuntive