Share to Facebook Share to Linkedin Share to Google 

PER IL TERZO ANNO DI FILA LA CHAMPIONS CUP RESTA IN OLANDA

Si è fermato in finale il cammino della CNF UnipolSai Bologna in Coppa Campioni. La squadra felsinea è stata sconfitta infatti per 7-3 dal Neptunus Rotterdam nell’atto conclusivo della manifestazione, al termina di una partita particolarmente combattuta e decisa soltanto nel settimo inning. Gli olandesi hanno infatti segnato 4 volte, sbloccando il risultato di 2-2, e hanno ipotecato la vittoria.

È la terza Champions Cup di fila conquistata da una formazione dei Paesi Bassi, dopo quelle del 2015, vinta sempre dal Rotterdam sul Bologna, e dello scorso anno, ottenuta dall’Amsterdam contro il Rimini.

Al terzo posto del torneo è arrivato il San Marino del manager Nanni che, dopo essere stato sconfitto in semifinale dal Neptunus per 7-1, si è riscattato nella finale di consolazione contro l’Amsterdam vincendo 7-3. Urbanus e compagni erano stati invece battuti da Bologna per 9-8 nell’altra semifinale, caratterizzata da ben 5 fuoricampo (grande slam Garcia e homer di Russo, Ambrosino e Marval per la Fortitudo; Clarijs per l’Amsterdam).

Il Rimini, eliminato nella fase a gironi, ha chiuso al quinto posto assieme ai francesi del Rouen, mentre il Mainz ha battuto il Ratisbona nel derby tedesco e ha evitando così l’ultimo piazza. In virtù di questi risultati, la Germania perderà uno dei 2 posti nella prossima Champions Cup, avendo chiuso all’ultimo posto il torneo del 2016.

di Daniele Mattioli


Nella foto, la gioia olandese dopo l'ultimo out (Lorenzo Bellocchio).

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Informazioni aggiuntive