Share to Facebook Share to Linkedin Share to Google 

ALEX LIDDI IN FINALE NELLA SERIE DEL CARIBE

Senza alcuna sorpresa, la finale della Serie del Caribe 2016 verrà giocata dalle due squadre migliori del torneo, quelle che da subito hanno imposto il loro passo al resto dei partecipanti: Messico e Venezuela E' la quarta finale consecutiva per il Messico che ha concluso la fase di qualificazione a punteggio pieno. Una sola sconfitta, nel confronto diretto, appunto, per il Venezuela. Vedremo così chi avrà la meglio, nello scontro tra il valido stratega Eddie Perez, manager del Venezuela e Juan Josè Pacho, l'allenatore del Messico che ha basato la sua squadra vincente sulla rotazione dei lanciatori, tutti esperti e velocissimi. Inoltre, per la prima volta, un giocatore europeo (e special modo italiano) disputerà la finale del torneo. Si tratta di Alex Liddi che a suon di belle giocate è tra i protagonisti della cavalcata del Messico.

Venezuela - Porto Rico 13-3
L'aria delle semifinali risveglia la voglia di affermazione di Porto Rico che ingaggia subito, fin dal secondo lancio di Walden, la sua battaglia per arrivare in finale. Ruben Sosa apre con una valida, poi spinto fino in terza dalla seconda valida di Ortiz, arriva a punto, mentre la difesa è impegnata ad eliminare Neftail Soto. Venezuela non reagisce immediatamente, ma già al secondo inning riesce a recuperare, prima, e poi a superare Porto Rico. Ribadisce, con un altro punto al terzo inning, la sua intenzione di non lasciarsi superare. Al sesto è ancora Venezuela che allunga. Fernardo Cruz sostituisce sul monte Joseph Colon, ma dopo che la difesa ha eliminato Soto in prima base, Jose Martinez e Herman Perez siglano un triplo ciascuno e Teodoro Martinez condanna il lanciatore a subire un doppio e ad uscire dal campo, lasciando il posto a Alex Claudio che conclude l'inning. Porto Rico cerca di riportarsi vicino al punteggio degli avversari e lo fa ai danni di Alexis Candelario che viene prontamente sostituito da Will Ledezma. Ma l'inning vedrà avvicendarsi ben 4 lanciatori venezuelani, prima di vedere la sua conclusione e l'aggiunta di un punto sul ruolino del Porto Rico. Venezuela vuol cercare la tranquillità e, dopo aver portato in base Garcia, grazie ad un singolo e Perez per un errore dell'interbase avversario, segna due punti con un doppio di Alvarez, un terzo punto grazie ad una battuta valida di Jose Martinez e un quarto propiziato da Sandy Leon. Sarà proprio Leon, arrivato in terza, a segnare il quinto punto su un singolo di Teodoro Martinez. All'ottavo Porto Rico chiude a zero la sua metà mentre Venezuela continua a sommare punti. Dopo un doppio di Guillermo Quiroz e un fuoricampo da due punti di Jose Martinez si arriva al nono inning in cui Porto Rico segna un altro punto che non cambia, in sostanza, il divario con Venezuela che si aggiudica l'incontro per 13 a 3 ed è, così, la prima finalista del torneo. Sono sette per parte i lanciatori che si sono avvicendati sul monte; 13 valide e 4 errori per Porto Rico e 14 valide e 1 solo errore per il Venezuela.

Messico - Cuba 7-2
Per i primi 3 innings la partita scorre sui binari della normalità, ma il Messico ha intenzione di togliere ogni dubbio sulla sua forza e sul dominio di queste Serie. Al quarto inning, infatti, allunga la prima zampata che segna l'inizio della partita più vera. Apre subito le danze Alex Liddi con un doppio a sinistra, poi una base su ball a Vasquez e un singolo di Betancourt che fa entrare il primo punto, convincono l'allenatore cubano a sostituire Banos, il lanciatore partente, con Moinelo. Il rilievo vede passare la sua prestazione nello spazio di 4 ball consecutivi e di un punto entrato, prima di essere sostituito con un ruolino di 0.0 IP. Yander Guevara sale sul monte con una difficile situazione: basi cariche e nessun eliminato. Incassa il terzo punto dell'inning, mentre la difesa è impegnata a giocare un doppio difensivo generato dalla battuta di Erik Rodriguez. Anche il terzo out è opera della difesa che elimina 6-3 Jeremias Pineda. Cuba non reagisce nel modo giusto, i battitori girano la mazza ma i lanci di Rodriguez sono ancora efficaci. Ne approfitta il Messico per aggiungere un punto, al sesto inning, al suo ruolino. Si deve arrivare al settimo inning per vedere il primo punto di Cuba e la danza dei pinch-hitter e dei lanciatori che non impedisce a Gourriel di segnare un punto. Messico pensa bene di allungare, per evitare qualsiasi tipo di pericolo e segna 3 punti, in un inning fatto di cambi interni e sostituzioni. Un altro punto di Cuba, con Caridad sul monte messicano che concede, tra l'altro un doppio e due basi, evidentemente di troppo, prima di venire sostituito da Jake Sanchez. A quel punto per il Messico si tratta solo di amministrare il vantaggio contro un nono inning di Cuba che non crea alcuna difficoltà. Finale: Messico 7 con 10 valide e due errori, Cuba 2 punti con sette valide e zero errori.

Oggi la finale fra, come già detto, Messico e Venezuela.

di Cristina Pivirotto


Nella foto, un momento della partita tra Cuba e Messico (da Mlb.com).

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Informazioni aggiuntive