Share to Facebook Share to Linkedin Share to Google 

CUBA SUPERA IN MODO DRAMMATICO LA REPUBBLICA DOMINCANA E SUPERA IL PRIMO TURNO DELLA SERIE DEL CARIBE

La quarta e ultima semifinalista della Serie del Caribe 2016 è Cuba che, grazie alla drammatica vittoria arrivata ai supplementari contro la Repubblica Domincana, ha ottenuto il pass per l'avanzamento del turno. In semifinale affronterà il Messico di Alex Liddi, mentre nell'altro scontro, sempre in programma nella giornata di sabato 6 febbraio, Porto Rico se la vedrà contro il Venezuela.

Messico - Porto Rico 8-4
Partita tra due squadre già qualificate alla fase successiva fino al quarto alto senza sussulti. Liddi batte valido sull'esterno sinistro. Jorge Vasquez batte un doppio e, con un out e due uomini in base Valle, il quinto in battuta, viene eliminato al piatto e Rosario viene preso al volo dall'esterno centro Henry Ramos, vanificando l'ottima occasione che si era creata. Nella stessa ripresa Porto Rico segna due punti, con Ramos e Rivera, facilitati da due errori della difesa messicana. Poi una battuta di Lozada sulla terza lo eliminava e si concludeva la ripresa con una assistenza Liddi / Juarez. La gara nella gara è quella fra i lanciatori partenti Lopez e Burgos, praticamente in perfetta parità per 5 riprese. Sesta ripresa con due singoli in successione, per Liddi e Vasquez, e una base su ball a Rosario costringono il coach di Porto Rico a cambiare il lanciatore con le basi cariche e due out: entra Mejia per Burgos che conclude la sua prestazione con 5.2 innings lanciati, sette valide e una base su ball concesse e 5 strike out. Luis Suarez è il terzo out e il Messico spreca ancora la possibilità di fare punti. Al settimo inning Porto Rico sostituisce, dopo un solo inning lanciato, Mejia con Efrain Nieves il quale concede a Pineda un triplo sull'esterno centro. Pineda segna il secondo punto per il Messico, spinto a casa da una valida di Justin Green che, successivamente ruba la seconda. Liddi batte una palla in foul e il prima base Soto lo elimina, ma, almeno il punteggio è stato riportato in parità. Arturo Lopez lascia il monte della squadra messicana dopo 6 innings completi, con 5 valide concesse e 7 strike out. Al suo posto Jesus Barraza. All'ottavo il capovolgimento di fronte: Messico in battuta con Vasquez che batte un singolo a sinistra. Il ricevitore Valle batte un bunt vincente sulla prima e Olmo Rosario con un bunt di sacrificio spinge i compagni avanti di una base ciascuno. Juarez in battuta e il lanciatore Nieves concede una base intenzionale. Un out e basi cariche. Ovviamente valutando la situazione, la panchina messicana cambia Paul Leon, a zero in battuta con un pinch-hitter da valida sicura, Cyle Hankerd. Scelta felice perché Hankerd batte un doppio sull'esterno centro e permette ai compagni di siglare due punti. C'è ancora solo un out e, vista la buona riuscita della pur ovvia strategia, il coach messicano punta tutto su un altro movimento: toglie Hankerd, che ha finito la sua missione e fa entrare Esteban Quiroz come pinch-runner. Inevitabile cambio di lanciatore per Porto Rico: entra Alex Burgos per Efrain Nieves. La situazione però non cambia: Pineda batte un doppio ed entra un punto; Justin Greene batte un altro doppio ed entra un altro punto. Sempre un out, uomo in seconda, Alex Liddi in battuta. Uno strike girato e 6 palle in foul prima di battere sull'interbase che lo elimina in prima. Ma Justin Greene arriva in terza e lì rimane, perché Jorge Vazquez viene eliminato al piatto e finisce la prima parte dell'ottavo inning con un parziale di 8 punti a 2 in favore del Messico. L'ottavo basso si apre con un tentativo di reazione di Porto Rico: Soto batte un fuoricampo a sinistra Dopo il singolo di Rivera Arturo Barradas sostituisce, sul monte, Jesus Barraza. Henry Ramos, però, batte un altro singolo e Barradas viene prontamente sostituito con Roberto Espinosa che riesce a concludere l'inning. Porto Rico tenta il tutto per tutto nella sua metà del nono inning. Contro un nuovo pitcher messicano, Hector Galvan, Lozada arriva in prima su errore dell'esterno destro. Juan Silva pinch-hitter per Ruben Sosa. Silva va in base su ball e Lozada in seconda. Ancora un pinch-hitter, Ozzie Martinez viene sostituito da Jesmuel Valentin che batte un singolo sull'esterno centro e riempie le basi. Soto in battuta, ma questa volta il miglior battitore di Porto Rico tocca una palla che produce un doppio difensivo e, mentre Lozada segna un ultimo punto, il battitore successivo, Kennys Vargas, viene eliminato in foul da Alex Liddi e si conclude la partita, Messico 8 punti con 16 valide e 4 errori. Porto Rico 4 punti, 10 valide e 1 errore.

Cuba - Repubblica Dominicana 4-2
Una partita di 11 inning per decretare, all'ultima occasione, chi dovesse entrare nella semifinale e chi dovesse rimanerne fuori. Il verdetto è che Cuba giocherà il prosieguo del torneo e la Repubblica Dominicana dovrà rivedere i motivi di questa débâcle. Al secondo inning di questa sfida pareva che la partita potesse essere combattuta: Alfredo Despaigne guadagna la prima su errore del terza base dominicano. Perez batte un doppio che lo porta a punto. Nella seconda metà dell'inning, Diory Hernandez e Alex Valdez vanno in base su singolo, poi un doppio di Castillo li porta a punto. La partita, dopo questo momento, procede senza punti e si deve arrivare all'ottavo inning perché Cuba segni un altro punto. Si parte con la sostituzione del lanciatore dominicano Edgar Garcia con Joel Peralta. Da parte cubana e nel gioco dei pinch-hitter, Borroto viene sostituito da Hernandez che, eseguendo il suo compito alla perfezione, batte un triplo sull'esterno centro. Poi, su una volata di sacrificio di Gourriel arriva a casa per segnare il punto del pareggio. Così anche il nono inning passa senza cambiamento alcuno e si deve andare agli extra innings, ma, soprattutto, si deve arrivare all'undicesimo per avere la soluzione della partita. Nuovo cambio sul monte dominicano (il quinto): Obispo viene sostituito da Rodney. Il suo esordio è un errore con cui Alarcon arriva subito in seconda. Concede una base su ball ad Avilles e un bunt vincente a Gracial e le basi sono cariche con nessun out. Gourriel rimane al piatto e Cuba fa pressione sul lanciatore: Ariel Borrero viene sostituito dal pinch-hitter Frank Morejon, ma rimane al piatto pure lui. Due out e i dominicani possono ancora contenere Cuba tentando con il cambio del lanciatore di limitare il forte attacco in atto. Rodney viene sostituito, sul monte, da Rafael Soriano che viene “toccato” al suo primo lancio da Adolis Garcia che, con una battuta sull'esterno centro, riesce a portare a casa Alarcon e Avilles e a fermarsi in seconda. Finisce l'undicesimo inning per Cuba con una presa al volo in foul di Valdez su Manduley. Da quel momento i tentativi della Repubblica Dominicana sono ben contrastati dalla difesa cubana che conclude la partita all'undicesimo inning per 4 a 2 e si aggiudica il diritto di disputare la semifinale.

Oggi la prima partita di semifinale vedrà opposte Porto Rico e Venezuela e, a seguire, Cuba e Messico. Le vincenti dei due incontri si affronteranno nella finale in programma domenica.

di Cristina Pivirotto


Nella foto, la gioia di Cuba dopo la vittoria contro i padroni di casa della Repubblica Domincana (da MLB.com).

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Informazioni aggiuntive