Share to Facebook Share to Linkedin Share to Google 

L'ITALIA DEL SOFTBALL RITORNA SUL TETTO D'EUROPA!

25 Luglio 2015, una data da incorniciare negli annali del softball azzurro: dopo ben 8 anni la Nazionale Italia Softball torna a vincere (per la decima volta nella storia) il Campionato Europeo. E lo fa da assoluta protagonista, con ben 11 vittorie e 1 sola sconfitta, contro le storiche rivali e padroni di casa dell'Olanda, poi battuta in finale.

Le azzurre di Marina Centrone hanno messo in campo l'attacco più prolifico del torneo, producendo ben 89 punti, ma anche il miglior monte di lancio, con uno 0.22 di media pgl squadra. In virtù di questi numeri, ben 8 vittorie su 11 sono state per manifesta.
Nonostante queste cifre impressionanti possano far pensare ad una vittoria fin troppo facile, così non è: le avversarie all'altezza ci sono, ed ogni grande squadra può incontrare delle difficoltà.

Dopo aver camminato sul velluto nella prima fase, l'Italia subisce l'unica sconfitta nella seconda fase, cedendo di misura contro l'Olanda in una gara equilibrata ed avvincente, che mette in chiaro quali fossero le due compagini indiziate per il titolo, qualora ce ne fosse bisogno.
Nella terza fase, la Nazionale accusa un blackout e nella sfida con la Russia l'attacco non produce e la difesa è appannata, le azzurre sono irriconoscibili, forse per la tensione e devono affrontare sé stesse oltre che le agguerrite avversarie. Ma, quando erano sotto per 2 a 0 reagiscono d'orgoglio e riescono a ribaltare il risultato.

Nella partita successiva le azzurre recuperano la tranquillità e la concentrazione, necessarie per la successiva sfida con l'Olanda, in semifinale, in cui le azzurre vendicano la precedente sconfitta al termine di un'altra gara combattuta ed emozionante, messa al sicuro dalla fantastica Cecchetti sul monte e dall'attacco che colpisce al momento giusto.

La finale è ancora una sfida con le "orange", con le padroni di casa che mettono subito in chiaro la durezza della sfida, mettendo a segno un solo homer al secondo inning e tenendo a bada le mazze azzurre. Nonostante le difficoltà e la tensione, l'Italia mantiene il sangue freddo e al quinto inning il capitano Trevisan suona la carica trovando la battuta che porta a casa i 2 punti decisivi. Da quel momento la difesa azzurra non sbaglia un colpo, compensando anche un momento di calo della Cecchetti, e mette al sicuro l'agognato titolo.

di Niccolò Benvenuti


Nella foto, la gioia dell'Italia (Ezio Ratti da Fibs.it).

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Informazioni aggiuntive