Share to Facebook Share to Linkedin Share to Google 

FEDERICO CELLI RACCONTA LA SUA GIOIA PER LA FIRMA CON I LOS ANGELES DODGERS

Chi sia anche solo minimamente interessato al baseball sa che realtà rappresenti quel sogno chiamato Major League. Pochi sono gli eletti, dotati delle dovute capacità, che nella loro vita possono vantare di averci giocato anche per poche riprese. Ancora meno sono i giocatori italiani che hanno accarezzato e cullato il sogno di debuttare nella Grande Lega. Da questa settimana il riminese Federico Celli tenterà quell’impresa finora riuscita solo ad Alex Liddi e Chris Colabello. Infatti il 19enne esterno romagnolo ha firmato il suo primo contratto da professionista coi suoi nuovi datori di lavoro: i Los Angeles Dodgers.

Sulle pagine de “il Corriere di Romagna” l’atleta del Rimini Riviera ha raccontato il suo entusiasmo ma anche la consapevolezza di dover ancora percorrere una strada lunghissima.

Di sicuro la gioia é veramente tanta perché finalmente dopo anni e anni di duro lavoro é arrivata la giusta ricompensa. - afferma Celli - É difficile esprimere le emozioni che si provano quando hai un contratto da professionista davanti. Sicuramente felicità! É chiaro che comunque si tratta solamente un punto di partenza e sono consapevole che dovrò affrontare numerosi sacrifici per proseguire al meglio la mia carriera”. La notizia dell’interessamento da parte della compagine di Loas Angeles, è arrivata durante il riscaldamento preparatorio ad un match. ”Ho saputo di questa opportunità al “Torneo delle Accademie”, nel pre-game contro l'Olanda. Uno scout si è avvicinato a me, chiedendomi quanto lucido fossi. E dopo la mia risposta ha annunciato che i Dodgers mi avrebbero ufficialmente fatto un offerta”.

Dopo l’esame di maturità l’agonista del Rimini Riviera partirà per l’Arizona nell’attesa di esordire in Rookie Leagie. Celli però, rispetto alle nuove sfide che deve affrontare, non mostra paura. “Sinceramente non ho timori perché di baseball c'è n'è uno solo. Anche se giocherò in America mi ritroverò a fare le stesse cose che svolgo qui in Italia. Non cambierà niente, darò il mio massimo come sempre. Di sacrifici ne ho fatti e ne sto facendo tanti però li sostengo per un’attività che amo e quindi non mi pesano più di tanto”.

di Matteo Petrucci


Nella foto, Federico Celli durante la firma del contratto (da Fibs.it).

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Informazioni aggiuntive